Venezia, pensano di ingannare i turisti, ma vengono arrestati dagli agenti in borghese

Venezia, la Polizia di Stato, grazie all’attività del Commissariato di Polizia di San Marco, questa mattina ha fermato due giovani di nazionalità rumena di 21 e 22 anni che stazionavano con cartelline e penna sul ponte dei Baretteri, nel cuore del centro storico, in attesa di qualche turista da truffare.

Lo schema del tranello è già noto: cercare di intenerire il cuore dei turisti con la richiesta di un contributo, chiaramente economico, al fine di sostenere fantomatiche iniziative di beneficenza verso disabili e non udenti.

I due stranieri, invece dei turisti, hanno però trovato gli agenti in borghese del Commissariato San Marco, che nel periodo estivo ha intensificato i controlli in tutto il centro storico.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

I due soggetti, accompagnati presso il Commissariato per gli accertamenti del caso, sono stati sanzionati per la somma di 350 euro ciascuno, per violazione del Regolamento di Polizia e Sicurezza urbana.

E’ stato inoltre notificato loro l’ordine di allontanamento dal territorio veneziano.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...