TORINO-MILAN: LE PAGELLE DEI ROSSONERI

198

Ecco le pagelle di Torino – Milan.

MILAN 6-
Rossoneri per larghi tratti belli e dominanti, si fanno sfuggire dalla mani tre punti che potevano portare serenità all’ambiente dopo la batosta del derby..

DONNARUMMA 5
Gigio è in serata no. Sbaglia spesso il tempo delle uscite e interviene non benissimo sul gol del pari.

CALABRIA 6
Il Milan ritrova una sua certezza: un peccato non averlo visto nel derby. Di O.Aina e verdi non si hanno notizie durante la gara

MUSACCHIO 6+
A conferma dell’ottimo rendimento di inizio stagione, si rende protagonista di una buona gara.

ROMAGNOLI 6+
Quei fatali 10 minuti e la sconfitta gli costano il 7 in pagella. Meravigliosa la sgroppata palla al piede fino all’area di rigore granata.

T. HERNANDEZ 6+
Viene da dire FINALMENTE! Finalmente, un terzino che spinge. Nella manovra offensiva rappresenta una valida opzione, rivelatasi spesso pericolosa.

BENANCER 6-
Benissimo nella prima frazione di gioco, poi nella ripresa ha un calo di concentrazione e dà poca copertura davanti alla difesa.

KESSIE 5,5
Autore di un’ottima partita, ma il clamoroso errore nel recupero pesa sul suo voto finale.

CALHANOGLU 5,5
Solita partita ad intermittenza del turco che troppo spesso si è assentato dalla partita.

SUSO 6-
Non del tutto sufficiente. Si accende nel quarto d’ora finale con dei traversoni insidiosi e un paio delle sue giocate sulla corsia di destra

LEAO 6+
Quando si accende è un pericolo costante per la difesa granata. Va vicino al gol di testa negatogli da un grande intervento di Sirigu.

PIATEK 6+
Croce e delizia: gioca per la squadra e segna, ma fallisce due clamorose occasioni che potevano chiudere definitivamente il match e portare a casa la vittoria.

BONAVENTURA 6 (entrato al 64′)
Bello rivederlo in campo con la maglia rossonera, ma la strada per tornare ad alti livelli è ancora lunga. Il 6 è di incoraggiamento.

REBIC s.v. (entrato al 78′)

GIAMPAOLO 6
Nonostante la sconfitta, il tecnico rossonero ne esce con la ‘fedina penale pulita’. Le scelte e i cambi di Giampaolo si sono rivelati giusti perché il Milan ha avuto le occasioni per chiuderla, prima e riprenderla, poi.

#ACMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...