SEI SU SEI, L’INTER ESPUGNA ANCHE MARASSI

Nerazzurri in vantaggio con Sensi e Sanchez nel primo tempo, poi il cileno si fa espellere per doppio giallo nella ripresa, ma Gagliardini mette al sicuro il risultato dopo il gol doriano di Jankto

136

Tutto facile per la prima della classifica contro il fanalino di coda. Milano padrona anche a Genova, Inter subito sul due a zero con la Sampdoria nella prima metà del primo tempo con un un tiro di Sensi deviato da Sanchez, titolare dal primo minuto in coppia con Martinez, e il raddoppio del cileno. Ampio turnover per i nerazzurri con Bastoni dietro sulla sinistra  e Skriniar a destra. Centrocampo ridisegnato con Gagliardini al posto di Barella e le fasce coperte da Asamoah e Candreva. Cambiano gli interpreti ma non il risultato con un primo tempo che poteva chiudersi con risultato ben più tondo per i nerazzurri e dominio assoluto. Ma qualche briciolo di pazzia nel DNA nerazzurro non manca mai e in avvio di ripresa Sanchez simula un fallo da rigore e va negli spogliatoi in anticipo per doppio giallo. Così la Sampdoria riacquista un po’ di coraggio e accorcia le distanze con Jankto e la partita si riapre. Conte corre ai ripari togliendo Martinez e Candreva rilevati da Lukaku e D’Ambrosio. E l’Inter passa con Gagliardini, servito in area da Brozovic: l’ex Atalanta è bravo a spingere in porta la palla non trattenuta dal portiere doriano. Marcatura importante nel momento più difficile per i nerazzurri. Il mister nerazzurro vuole fare riposare tutti gli uomini chiave e Sensi lascia il posto a Barella per il terzo cambio. Finisce così con la Doria che perde verve e l’Inter che potrebbe passare ancora con Lukaku che prova un cucchiaio senza fortuna e così i nerazzurri si presentano al derby d’Italia con due punti di vantaggio sulla Signora. E per allenarsi faranno un giretto a Barcellona.

Le formazioni

Sampdoria: Audero; Bereszynski, Chabot, Colley; Depaoli (56′ Bonazzoli), Linetty (73′ Caprari), Ekdal (69′ Vieira), Jankto, Murru; Rigoni, Quagliarella.

Inter: Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Candreva (57′ D’Ambrosio), Gagliardini, Brozovic, Sensi (65′ Barella), Asamoah; Lautaro Martinez (56′ Lukaku).

Cronaca

Al 10′ cartellino giallo per Bastoni per un fallo su Rigoni. Al 16′ è Rigoni a essere ammonito per fallo su Candreva. Al 20′ passa in vantaggio l’Inter con un tiro da fuori di Sensi deviato da Sanchez che raddoppia anticipando Audero e facendo passare la palla sotto al portiere due minuti dopo. Al 33′ giallo per Linetty e al 43′ per Sanchez che interviene da dietro su Ekdal. Al 46′ Sanchez simula in area e si fa espellere per il doppio cartellino giallo. Al 55′ Jankto, servito da Linetty nell’area nerazzurra, sfodera un rasoterra chirurgico sul secondo palo e accorcia le distanze. Al 61′ Gagliardini prima sfiora sul taglio di Brozovic in area e poi insacca la palla non trattenuta da Audero. All’81’ giallo anche per Skriniar, per fallo su Jankto.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...