Modena, via all’estate diffusa in giardini, parchi e cortili

Da luglio a settembre, un programma extralarge di musica, incontri, teatro e cinema in una proposta di rete che unisce istituti culturali, associazioni e compagnie

Modena, via all’estate diffusa in giardini, parchi e cortili.

I Giardini ducali e piazza Roma, il cortile del Tempio e quello del Melograno, il chiostro di San Pietro e gli spazi del San Paolo, tutti i parchi cittadini, Ovestlab al Villaggio artigiano, il teatro Michelangelo e l’Estaoff, Hangar rosso tiepido, San Donnino e la casa museo Luciano Pavarotti.

L’Estate modenese 2022, che torna finalmente in presenza in tutta sicurezza, parte dal centro e si diffonde in tutta la città, riscoprendo e occupando spazi e luoghi con un cartellone extralarge di musica, incontri, teatro e cinema che anima le serate da luglio a settembre e diventa occasione di aggregazione per tutti. Come è ormai consuetudine, la rassegna estiva si realizza grazie a un lavoro di coordinamento e di rete che unisce le proposte degli istituti culturali e delle diverse associazioni e compagnie che animano il territorio modenese, con il coordinamento del Comune e il sostegno di Fondazione di Modena e del Gruppo Hera.

Il ricco programma di appuntamenti è stato presentato questa mattina, lunedì 27 giugno, ai Giardini ducali, con una conferenza stampa alla quale sono intervenuti l’assessore alla Cultura del Comune di Modena Andrea Bortolamasi, Marcella Pelati di Studio’s, Anselmo Sovieni, consigliere di amministrazione di Fondazione di Modena, Giuseppe Gagliano, direttore centrale Relazioni esterne del Gruppo Hera.

Si va dal Radio Bruno estate, il 5 luglio, al cartellone dei “Giardini d’estate”, curato da Studio’s, che prende il via il 19 luglio con il concerto di Mario Venuti e prosegue fino al 2 settembre con serate musicali, tra le quali due appuntamenti della rassegna “Mundus”, letture e la comicità di Antonio Cornacchione, al “Michestate” del teatro Michelangelo, che debutta il 14 luglio con Vito e prosegue fino alla fine di agosto con una grande attenzione al teatro per ragazzi. Ma è ricco anche il programma dei parchi cittadini: al parco Amendola protagonista per tutto luglio e agosto è la musica, e quella dei cantautori in particolare; il parco della Resistenza si caratterizza per il teatro con l’associazione Sted, mentre al XXII Aprile domina il cinema e al parco Ferrari torna Orangestate.

L’1 luglio torna anche il meglio del cinema sotto le stelle con il debutto del Supercinema estivo di Modena e si animano nuovamente anche i chiostri, come quello di San Pietro con gli spettacoli musicali organizzati dal Salotto culturale di Modena, e i cortili, come il Tempio che ospita musica e recital con grande attenzione alle voci femminili, e il Melograno, dove va in scena l’estate del Teatro comunale Pavarotti-Freni.

Ma l’estate modenese 2022, e la musica in particolare, arrivano anche a San Donnino, con i Concerti della luna piena organizzati da Preludio, all’Hangar rosso tiepido, a Ovestlab e fino alla Casa museo Luciano Pavarotti con la sua ricca proposta di serate e incontri.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...