Vicenza, dalla città a a Caldogno in bici attraverso la nuova passerella di ponte Marchese sul fiume Bacchiglione

Vicesindaco Celebron: “Entro l'estate al via i lavori per realizzare un importante supporto infrastrutturale a favore della mobilità ciclabile comunale, anche in ottica green per gli spostamenti casa-lavoro”

Vicenza, dalla città a a Caldogno in bici attraverso la nuova passerella di ponte Marchese sul fiume Bacchiglione.

Entro l’estate prenderanno il via i lavori per la realizzazione del percorso ciclopedonale Caldogno-Vicenza.

La giunta ha approvato il progetto definitivo dell’ultimo tratto verso il capoluogo che, dalla rotatoria di ingresso al quartiere Aeroporti, si congiungerà con il percorso già presente su strada Sant’Antonino.

Il superamento del fiume Bacchiglione avverrà grazie alla costruzione di una nuova passerella, senza interessare ponte Marchese.

La pista ciclabile sarà bidirezionale e si svilupperà in sede propria, con una larghezza di due metri e mezzo, e sarà separata dalla strada da un cordolo.

“Diamo il via ad un’opera che costituirà un importante supporto infrastrutturale a favore della mobilità ciclabile comunale, anche in ottica green per gli spostamenti casa-lavoro tra i Comuni contermini e il capoluogo, scaricando, al tempo stesso, il traffico veicolare dalle nostre arterie – spiega il vicesindaco con delega alla mobilità Matteo Celebron –. Si tratta di un’ottima opportunità per incentivare lo sviluppo economico e culturale del territorio, che va a valorizzare i luoghi attraversati dall’infrastruttura e realizza un collegamento prezioso tra i percorsi ciclopedonali dei due Comuni”.

Il progetto complessivo, dell’importo di 1.145.000 euro, è stato suddiviso in due stralci: il primo, che si sviluppa interamente nel Comune di Caldogno e connette percorsi ciclabili esistenti, è stato da poco ultimato.
Con riferimento al secondo stralcio, invece, i lavori riguarderanno entrambi i Comuni: è stato, quindi, sottoscritto un protocollo d’intesa per l’esecuzione ed il finanziamento dell’opera alla quale il Comune di Vicenza contribuisce con oltre 390 mila euro.

Il tracciato costituisce il naturale proseguimento del percorso proveniente da Caldogno in direzione del capoluogo connettendo, inoltre, la rete ciclabile del Parco della Pace. Vi sarà infatti un breve tratto lungo l’argine che raggiungerà il cancello nord del parco.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...