fbpx
CAMBIA LINGUA

Oristano: Approvato il progetto definitivo per la riqualificazione del centro storico.

La Giunta Sanna, su proposta dell’Assessore ai Lavori pubblici Simone Prevete, ha approvato il progetto definitivo per i lavori di riqualificazione del centro storico.

Approvato il progetto definitivo per la riqualificazione del centro storico.

La Giunta Sanna, su proposta dell’Assessore ai Lavori pubblici Simone Prevete, ha approvato il progetto definitivo da un milione 524 mila euro per i lavori di riqualificazione del centro storico.

Il Sindaco Massimiliano Sanna: “Con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza interveniamo sulla riqualificazione urbanistica, la viabilità e le aree del centro storico che ancora non sono stati oggetto di intervento. Gli interventi, al via solo dopo la riapertura di piazza Manno, riguardano via Vittorio Emanuele II, via Ciutadella de Menorca, via Carmine e via Francesco Crispi. Si completa dunque l’ampio programma di interventi realizzati dal Comune nel centro storico e che oggi interessa anche la Piazza Manno e via Episcopio, in modo tale ridare importanza e decoro a spazi che fanno parte della memoria storica della città”.

L’Assessore ai Lavori pubblici Simone Prevete precisa :“I lavori partiranno solo dopo che saranno conclusi quelli di piazza Manno per non creare ulteriori disagi. La soluzione progettuale approvata vuole uniformarsi, dal punto di vista architettonico e dei materiali utilizzati, a quello già esistente, interrompendo il processo di frammentazione architettonica che caratterizza le pavimentazioni presenti nel centro storico. Partendo dal Piano particolareggiato del centro storico e integrando le informazioni sugli aspetti culturali, sociali e funzionali degli assi oggetto di intervento, si è definita una proposta che oltre a risolvere criticità che vanno oltre la semplice restituzione del decoro urbano, interviene su aspetti quali la rimozione delle barriere architettoniche, l’eliminazione delle aree di promiscuità tra pedoni e veicoli e la ridefinizione di alcune sedi stradali con il fine di renderle maggiormente rispondenti alle rispettive funzioni”.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Per Via Vittorio Emanuele II, che nel Piano particolareggiato del centro storico è definito “asse identitario” in quanto parte del percorso della Sartiglia, è prevista la ridefinizione della sede stradale attraverso il mantenimento della larghezza attuale per gran parte dello sviluppo della carreggiata e in un tratto L’allargamento del sedime del marciapiede.
“La nuova configurazione permetterà lo svolgimento della Sartiglia in condizioni di maggiore sicurezza grazie” precisa l’Assessore Prevete.
Saranno realizzate una nuova pavimentazione stradale e marciapiedi. La nuova pavimentazione in basalto è uniforme con quella della via Duomo creando un unico asse identitario. I nuovi marciapiedi saranno realizzati in granito e riprenderanno le stesse caratteristiche di via Duomo.
Per Via Ciutadella De Menorca è prevista una nuova pavimentazione stradale e una definizione dello spazio pedonale. La nuova pavimentazione sarà composta da lastre di basalto delle dimensioni mentre le aree pedonali saranno definite dall’installazione di dissuasori in ghisa smontabili in base alle esigenze.
Per Via Carmine – Vicolo Arcais – Vicolo Lamarmora la ridefinizione della sede stradale prevede il parcheggio in alcuni punti e la formazione di un passaggio pedonale adiacente al Carmine. La nuova pavimentazione stradale sarà realizzata in sanpietrini di basalto mentre gli spazi destinati al traffico pedonale saranno realizzati in conci di basalto e saranno posizionati alla stessa quota della carreggiata, per non creare interferenze con gli accessi esistenti. L’intervento si completa con la riqualificazione completa del Vicolo Arcais e della parte del Vicolo Lamarmora che si affaccia su piazza Martini dove è prevista la realizzazione di una nuova pavimentazione in tozzetti di basalto.
In via Crispi è prevista la ridefinizione della sede stradale portando il sedime della careggiata a una larghezza costante di 3 metri. La nuova pavimentazione stradale sarà in sanpietrini di basalto mentre gli spazi per il traffico pedonale saranno realizzati in conci di basalto e saranno posizionati alla stessa quota della carreggiata, per non creare interferenze con gli accessi che si affacciano sulla via.
È previsto un intervento di rifacimento di alcune reti tecnologiche: potenziamento e sistemazione della rete fognaria e di smaltimento delle acque bianche, predisposizione dei cavidotti interrati per l’eliminazione delle reti aeree ENEL e Telecom, rifacimento integrale degli allacci fognari non a norma, un nuovo sistema di smaltimento delle acque bianche.

Approvato il progetto definitivo da un milione 524 mila euro per la riqualificazione del centro storico.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×