Bologna, “Rocket Girls, storie di ragazze che hanno alzato la voce” da domani al MAMbo

Tutti i dialoghi si terranno in presenza e in streaming su NeuRadio

Bologna, “Rocket Girls, storie di ragazze che hanno alzato la voce” da domani al MAMbo.

Giovedì 26 gennaio, l’incontro con l’artista RYF, theater music composer, al Mambo dalle 17.30 alle 18.30, apre il nuovo ciclo di appuntamenti della rassegna Rocket Girls, storie di ragazze che hanno alzato la voce, organizzato dall’associazione Spostamenti. Tutti i dialoghi si terranno in presenza al MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e saranno trasmessi in diretta streaming sulle frequenze di Neu Radio dalle 17.30 alle 18.30. L’ingresso è libero.

Rocket Girls, da un’idea di Laura Gramuglia, speaker, dj, autrice, storyteller e operatrice culturale, è dedicato alle lavoratrici dell’industria musicale: produttrici, foniche, ingegnere del suono, ma anche giornaliste, fotografe di live, compositrici per teatro e cinema, direttrici d’orchestra. Un viaggio che anche quest’anno incoraggerà a spingersi oltre le etichette e a considerare la musica composta, raccontata e prodotta dalle donne non un genere a sé, ma una narrazione ricca e sfaccettata quanto quella maschile (in allegato la scheda con tutti gli appuntamenti).
La seconda edizione di Rocket Girl è sostenuta dal contributo del Settore Innovazione e Semplificazione Amministrativa e Cura delle Relazioni con il cittadino, assegnato nel settembre 2022 a chiusura di un avviso pubblico rivolto a proposte progettuali per la promozione dell’educazione alla parità tra generi, alla prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni da realizzare in co-progettazione. I progetti selezionati sono otto, per un contributo complessivo di 60 mila euro sono 8 (scheda progetti in allegato).
Ad anticipare l’ospite della puntata, come nella prima edizione, un’intervista di approfondimento alle protagoniste della rassegna sulle pratiche di lettura, ricerca e approfondimento a cura del Patto per la Lettura, sezione Conversazioni.
Qui l’intervista a RYF /Francesca Morello: pattoletturabo.comune.bologna

Dopo ogni appuntamento, sempre sul portale del Patto per la lettura, una raccolta di materiali resterà a disposizione per la consultazione. I libri oggetto di ogni incontro saranno poi disponibili al prestito presso le biblioteche cittadine, al prestito digitale su EmiLib/MedialibraryOnline e in vendita presso Libreria Trame Bologna.

Questa nuova edizione si avvale inoltre della collaborazione di Bologna Città della Musica Unesco che offre spazio e visibilità agli appuntamenti in rassegna all’interno della programmazione delle attività di Sala della Musica (https://cittadellamusica.comune.bologna.it) e del supporto di Work Wide Women, la prima piattaforma di social learning dedicata alla formazione femminile.
Il podcast di ogni appuntamento saranno disponibili sui canali social di Rocket Girls.

Il percorso didattico nelle scuole
Altra novità della seconda edizione di Rocket Girls è il percorso, parallelo alla rassegna, rivolto alle scuole. Un ciclo di incontri in presenza, previsti tra febbraio e aprile, allo scopo di incoraggiare lo studio e l’apprendimento della musica scritta, suonata e raccontata attraverso la scoperta di figure di riferimento della scena, di ieri e di oggi.

 

Bologna, “Rocket Girls, storie di ragazze che hanno alzato la voce” da domani al MAMbo.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...