A Milano al via l’itinerario alla scoperta delle case-museo

58

Ha preso il via con una conferenza stampa di presentazione avvenuta nelle sale di Palazzo Reale il programma di itinerari che porta alla scoperta delle case museo di Milano e di cui Lella Costa è testimonial.

Con l’arrivo della primavera milanese, il ricco programma culturale della città si arricchisce di nuove iniziative che fanno a soddisfare le nuove forme di turismo italiano ed internazionale che focalizzano l’attenzione sui temi artistici ed architettonici della città.

L’iniziativa denominata “di casa in casa” si focalizza sulle quattro più importanti e visitate case museo della città di Milano: si tratta nel dettaglio di Casa Boschi di Stefano, il Museo Bagatti Valsetti, Villa Necchi Campiglio ed il Museo Poldi Pezzoli. Un sito internet dedicato www.casemuseo.it offre la possibilità di scoprire tutti gli itinerari e permette di acquistare direttamente online la Casa Museo Card.
Un progetto, quello “di casa in casa” realizzato in collaborazione con il Comune di Milano, in partenariato con la Fondazione Adolfo Pini tramite Storie Milanesi e con il contributo du Fondazione Cariplo attraverso il bando “Cultura e aree urbane”.

Il sito casemuseo.it permette all’utente di consultare la mappa geolocalizzata e scegliere uno dei percorsi tematici ideati e curati dallo storico dell’arte Stefano Zuffi. Si tratta per la precisione di 13 percorsi che fanno a toccare temi che fanno dalla scoperta della musica e letteratura milanese, al design della Milano del novecento ma anche percorsi che abbracciano gli interessi delle famiglie come dei più piccoli.

La Casa Museo Card ha un costo di 20 euro (10 in ridotto) ed offre la possibilità di visitare le quattro dimore storiche per un anno intero, oltre che partecipare a particolari visite “narrate” realizzate da Art in the City, oppure sfruttare la tecnologia per interagire con il chatbot game.

Realizzato da InvisibleStudio, il chatbot game è un gioco articolato su quattro itinerari (uno per ciascuna casa museo) in cui un personaggio virtuale dialoga con i visitatori tramite l’app Facebook Messenger. Chiamati a risolvere enigmi relativi alle dimore e alla porzione di città in cui si trovano, gli utenti sono coinvolti attraverso un meccanismo serrato di domanda e risposta che li attira in un territorio di connessioni e rimandi. Il gioco è rivolto al pubblico dei più giovani, invitandolo all’osservazione attenta delle case museo e dei luoghi della città.

“Dopo il grande successo di Museocity che ha spalancato le porte di tante case museo, atelier d’artista e musei d’impresa, svelando a cittadini e turisti luoghi e collezioni ‘nascoste’ e ignote ai più – fa sapere l’Assessore al ramo Filippo Del Corno – questo nuovo progetto ci porta alla scoperta di quattro case museo milanesi che hanno trovato modi nuovi per proporsi al pubblico, anche a quello più giovane, con un ventaglio di opportunità: dalle più tradizionali e sempre apprezzate visite guidate al digitale e interattivo chatbot game. Una vera e propria caccia al tesoro che ci accompagna in giro per la città mostrandoci percorsi inediti e nuovi itinerari nel segno della bellezza”.

Il progetto “di casa in casa” è inoltre arricchito da un breve documentario, a cura di TVN Mediagroup, con la voce narrante di Lella Costa, e da un trailer che verrà diffuso nei cinema del circuito Spazio Cinema e negli spazi del Comune.

Articolo di Settimio Martire


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...