In 7000 al Grattacielo Pirelli per la Festa dei Nonni

63

Milano 2 ottobre 2017 – Sono state ben 7000 le persone accorse ieri al Grattacielo Pirelli per celebrare  “La festa dei nonni”, l’iniziativa promossa dal Consiglio Regionale della Lombardia attraverso laboratori floreali, spettacoli di magia e l’emozione di assistere dopo 18 anni alla scalata del Pirellone in corda libera, effettuata dai Ragni di Lecco.

E’ stato un susseguirsi di emozioni la giornata di domenica, che ha visto grandi e piccini prendere letteralmente d’assedio uno dei grattacieli simbolo di Milano. La casa del Consiglio Regionale della Lombardia può essere considerato il “nonno” dei grattacieli in città, detenendo per mezzo secolo il record di edificio più alto di Milano e per lungo tempo anche il titolo di edificio più alto dell’Europa.

In occasione della Festa dei Nonni, la ricorrenza che dal 2005 celebra l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale, il Grattacielo Pirelli è diventato luogo di aggregazione e di festa non solo per Milano ma per l’intera Lombardia, attraverso giochi, trucchi e clown che hanno allietato grandi e bambini con spettacoli di magia e acrobazia, cinofilia e addestramento dei cani da salvataggio, fiori e laboratori.

L’evento promosso dal Consiglio regionale “è una festa che si celebra in tanti paesi del mondo per ringraziare i nonni per quello che fanno e rinsaldare il legame tra le generazioni – ha detto il Presidente Raffaele Cattaneo salutando le persone accorse all’evento, aggiungendo che – Le persone con 65 anni e oltre nel nostro paese sono più di 13 milioni e svolgono un importante ruolo sociale e di sostegno alle famiglie oltre a costituire un importante riferimento affettivo. Questo evento è un modo per dirgli grazie”. Il Presidente Cattaneo ha anche ringraziato il Console generale del Regno dei Paese Bassi, Johan Verboom, presente alla giornata insieme a Charles Lansdorp, Presidente della Felini Foundation, promotore della festa dei nonni in Europa, “fiorista” del Papa e curatore per l’occasione del laboratorio floreale.

Altro momento emozionante della giornata è stata l’ascesa del Pirellone da parte dei Ragni di Lecco. L’evento replicato per ben 3 volte ha visto gli scalatori Matteo De Zaiacomo, Luca Schiera, Marco Maggioni e Dimitri Anghileri impegnati in una difficile e faticosa impresa.

“L’esposizione dalle cima del Pirellone é parecchio diversa dalla cima di una parete, é terrificante non aver alcun riferimento e le prospettive diventano mostruosamente profonde. Un’esperienza quasi assurda” commenta De Zaiacomo sui social.

Nella scalata delle 16.30 è stato deposto un mazzo di rose ai piedi della copia della Madonnina in cima al grattacielo, mentre un paio d’ore dopo gli scalatori hanno “bivaccato in parete”, più o meno a 50 metri di altezza, simulando quello che spesso avviene in una scalata in montagna.

I Ragni di Lecco sul Pirellone si erano già cimentati nell’impresa nel 1999, ed in quell’occasione avevano compiuto una discesa, dal 32esimo piano fino a terra.

Articolo e foto di Settimio Martire


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...