Rovigo, grande successo per il Festival Giardini aperti

La manifestazione è stata organizzata dall’associazione Tumbo con partners Fondazione Cariparo e il Comune di Rovigo

Rovigo, grande successo per il Festival Giardini aperti.

La prima edizione del “Festival dei Giardini aperti”, realizzata lo scorso fine settimana, è stata un vero successo. Una trentina gli spazi verdi , tra pubblici e privati, messi a disposizione per un evento davvero prezioso. La manifestazione, è stata organizzata dall’associazione Tumbo con partners Fondazione Cariparo e il Comune di Rovigo insieme a un variegato mondo di aziende, associazioni, enti ed amministrazioni pubbliche e private.

E’ stata una vera festa, come ha evidenziato l’assessore all’Ambiente Dina Merlo, tanto l’entusiasmo e il coinvolgimento anche da parte dei proprietari che hanno accompagnato ed accolto i visitatori, insieme alla presenza discreta e ordinata dei giovani volontari, formati per l’occasione, che hanno contribuito al regolare svolgimento della manifestazione. “I giardini – ha detto Merlo -, hanno dato l’opportunità di conoscere angoli e scorci della città di grande bellezza e valore ambientale”.

“In particolare nei giardini privati, ben curati, ricchi di biodiversità di specie anche da frutto e piccoli orti dispersi in una fioritura ricca e variegata di specie ornamentali. Molti giardini hanno offerto angoli ricchi di storia, familiare ma anche della città, dove alberi forestali di altofusto e molto longevi, hanno ricostruito la visione e l’immagine di Rovigo come risultava nei decenni precedenti”.
Durante la due giorni l’iniziativa è stata arricchita da molti.

Gli eventi

A partire dalla passeggiata botanica a cura dell’Ordine dei Dottori agronomi e forestali, aperta dall’assessore Merlo con un saluto e un invito a contribuire alla cura dei giardini privati insieme all’impegno dell’amministrazione nella conservazione e incremento delle aree pubbliche. La visita guidata era condotta dall’agronomo Cesari Gianluca, alla scoperta delle specie arboree dei nostri parchi storici del centro. APE architetti per esigenza e Collegio Agrotecnici hanno riqualificato e allestito nel cortile dell’ex chiesa di San Michele un piccolo spazio verde da far rivivere in una nuova dimensione di qualità e bellezza.

Un laboratorio pratico di giardinaggio si è svolto al parco Casa Serena con una guida esperta a cura dell’associazione Sagittaria.

Le scuole

Anche le scuole hanno partecipato alla manifestazione, dimostrando di avere progettato e lavorato sul tema del verde, con approfondimenti didattici e passione verso la cura dei loro giardini, che sono diventati luogo di aggregazione e presentazione alla città.

Alla Media Parenzo sabato mattina sono stati presentai i progetti educativi “Coltivazione ambiente e alimentazione” con esposizione dei prodotti realizzati dai ragazzi e dai loro insegnanti alla presenza di numerosi genitori.

Alla media Casalini sabato pomeriggio nell’ampio parco della scuola si è svolto un saggio musicale delle produzioni dei giovani studenti, preparati dai loro insegnanti di strumento, con una numerosa ed entusiastica partecipazione di genitori. Un saluto dell’assessore Dina Merlo, che ha ricordato l’importanza di vivere i parchi come spazi di incontro e del dirigente Cusin, che ha auspicato un sempre maggiore spazio ad attività scolastiche e musicali all’aria aperta.

Altri eventi

La giornata di sabato si è conclusa con un toccante momento di lettura di poesia nel parco del Carmelo della Trasfigurazione in via Pascoli con il poeta e scrittore Franco Arminio .

La domenica

Nella giornata di domenica è stato aperto il Cimitero ebraico antico, sito dietro la chiesa della Rotonda, accessibile anche con visita guidata a cura della associazione Teradamar.

Nel pomeriggio in prossimità di piazza Masslo e nell’area parrocchiale di Santa Maria delle Rose, si è svolta una festa organizzata dalle associazioni dei genitori del quartiere con la presentazione del progetto G124 Rovigo, sul tema Costruire identità, alla presenza dei professori Narne e Zaggia dell’Università di Padova, che hanno illustrato il progetto di riqualificazione dell’area stessa in corso di progettazione con Renzo Piano e degli assessori Favaretto, Merlo e Pavanello del Comune di Rovigo, che hanno ricordato l’esigenza di costruire momenti di incontro e un modo nuovo di vivere insieme negli spazi verdi e nei parchi urbani.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...