Modena, i manifesti per i 150 anni del Museo Civico

Da mercoledì 26 maggio, le immagini che rappresentano la nuova identità visiva dell’istituto. E alle 18, al Museo, la visita guidata “Una storia lunga 150 anni”

Modena, stendardi sotto i portici di via Emila centro e affacciati in piazza Sant’Agostino, oltre a manifesti distribuiti in tutta la città: da mercoledì 26 maggio, il Museo civico di Modena presenta ai cittadini la nuova identità visiva con la quale celebra i 150 anni dalla sua fondazione.

Il progetto di identità visiva, curato da Chiara Neviani (studioarighe.it), gioca su un’ampia selezione di oggetti e dettagli curiosi per presentare le variegate raccolte del Museo (dall’archeologia a etnologia, arte e artigianato, ma anche scienze, tessuti, strumenti musicali) con sguardi inconsueti e accostamenti inusuali che creano connessioni e storie inaspettate facendo del museo un luogo sempre nuovo che si trasforma e trasforma, creando nuovi significati. E luce, colore e immaginazione hanno guidato anche la campagna fotografica, realizzata dal fotografo Paolo Terzi.

I medesimi criteri sono alla base anche dell’intervento di restyling degli itinerari espositivi al terzo piano del Palazzo dei musei, che mira a facilitare la fruizione delle sale e la comprensione delle raccolte di archeologia, etnologia e di arte e artigianato: facendo dialogare l’allestimento ottocentesco con elementi contemporanei, si rinnovano gli spazi di accoglienza e quelli destinati a illustrare la storia del museo, i percorsi interni e la segnaletica, i nomi delle sale e gli apparati didascalici col supporto di QRcode che approfondiscono la conoscenza di reperti e opere.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Il “nuovo” Museo, che in occasione dei 150 anni rafforza i suoi valori fondativi e rinnova la promessa di essere il museo dei cittadini e per la città, è il protagonista di “Una storia lunga 150 anni”, la visita guidata condotta dalla direttrice Francesca Piccinini, in programma mercoledì 26 maggio, alle 18, come primo appuntamento di una serie che avrà una prima replica il 2 giugno alle 11. L’ingresso alla visita è gratuito ma è necessario prenotarsi al numero 059 2033125 oppure scrivendo a [email protected].


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...