Verona, due campioni tra gli allievi agenti della Polizia di Stato alla Scuola di Peschiera del Garda

Verona, tra i frequentatori del 212° Corso Allievi Agenti della Polizia di Stato, della cui formazione se ne sta occupando la Scuola di Peschiera del Garda, ci sono due campioni, i cui nomi sono legati a importanti e recenti imprese sportive.
L’Allievo Agente Luca Cagnati, di 31 anni, bellunese di Canale d’Agordo, insieme ai compagni di squadra Xavier Chevrier e Cesare Maestri, domenica 6 giugno, sulle montagne della Valmalenco, in località Lanzada (SO), ha conquistato il titolo di Campione Italiano ai Campionati Italiani Assoluti di Corsa in montagna a staffetta, con il tempo di 1h 36’ 56’’; la squadra ha percorso 21 chilometri, un anello di sette chilometri per ogni componente della staffetta, con un dislivello di circa cinquecento metri. La particolarità di questa appassionante e particolare disciplina sportiva, annoverata tra gli sport ufficiali sia da parte della Federazione Italiana di Atletica che da parte della World Athletics è, oltre all’eccezionale sforzo fisico a cui si sottopongono gli atleti, il fatto che si svolga su sentieri che attraversano boschi e prati d’alta quota, spesso sullo sfondo di suggestivi scenari alpini. Questa particolare disciplina potrebbe diventare, entro breve, disciplina olimpica.
L’Allievo Agente Giovanni Pezzi, invece, di 20 anni, ravennate di Russi, già campione del mondo di Target Sprint, sabato 29 maggio, sul percorso di Ora (BZ), gareggiando con i più quotati atleti di specialità a livello europeo, ha consolidato il suo titolo mondiale, conquistando il gradino più alto del podio della World Tour Italy ISSF. Il futuro Poliziotto Pezzi, nel tempo di 4’ e 9’’, ha effettuato un percorso di 1200 metri, inframmezzati, ogni quattrocento metri, da 2 fasi dedicate al tiro di precisione con carabina; l’atleta può proseguire il percorso, solo dopo aver colpito tutti e cinque i bersagli. Questo complicato e appassionante sport, cugino dell’invernale biathlon, in Italia non ancora molto conosciuto, unisce alla fatica di una delle discipline notoriamente più dure dell’atletica leggera, i 400 metri, momenti di importante e difficile concentrazione per il tiro con la carabina. Giovanni Pezzi è ritenuto, nell’ambito di questa disciplina, a livello mondiale, un autentico talento naturale, che ha saputo nel tempo, nonostante la sua giovane età, raggiungere incredibili risultati, anche grazie a particolari tecniche di allenamento da lui stesso ideate.
Ai due Allievi Luca e Giovanni sono arrivati i complimenti del Direttore della Scuola di Peschiera del Garda, Dott. Gianpaolo Trevisi, e di tutti i colleghi e compagni di Corso per le loro bellissime imprese; durante l’intervento, Trevisi, ci ha tenuto a sottolineare l’importanza del loro risultato, considerando anche la loro difficoltà nel trovare, comunque, nonostante il grande impegno del Corso e i loro ottimi risultati raggiunti, gli spazi sufficienti per proseguire i loro allenamenti.
Trevisi ha, inoltre, ricordato a Giovanni Pezzi, “quanto sarà orgoglioso di lui, anche se da lontano, suo fratello Pietro, ex Allievo della Scuola di Peschiera e deceduto in servizio, a soli 29 anni, insieme al Sostituto commissario Nicoletta Missiroli, a causa di un incidente stradale, durante un intervento, a Ravenna il 17 settembre del 2017.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...