Varese, controlli delle Volanti: diversi arresti a Busto Arsizio

Varese, l’ingresso in “zona gialla” non ha allentato i controlli delle Volanti del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio che, oltre a verificare il rispetto delle prescrizioni in materia di Covid, si sono trovate a fronteggiare situazioni di illegalità diffusa.

Qualche giorno fa una pattuglia ha controllato un’autovettura a bordo della quale vi era un cittadino macedone di 58 anni in compagnia dei nipoti di 13 e 7 anni. L’uomo stava trasportando penumatici usati asserendo di averli prelevati da un distributore di carburante con il consenso del titolare. Da un veloce controllo, è risultato che il cinquantottenne in quel momento era sottoposto a quarantena obbligatoria essendo positivo al COVID 19 e per questo motivo è stato subito denunciato e rimandato a casa. Pochi giorni dopo gli stessi poliziotti hanno saputo che il proprietario di una stazione di servizio lamentava il furto di una cisterna per lo smaltimento dell’olio e di vari pneumatici usati ed aveva fornito anche la videoregistrazione dell’impianto di sorveglianza che aveva immortalato gli autori dei due furti. Agli agenti è bastato collegare i due episodi e, visionate le videoriprese, hanno riconosciuto proprio il cinquantottenne che, aiutato dai due nipoti minorenni e non imputabili, caricava la refurtiva in auto. A suo carico è scattata la denuncia per il duplice furto aggravato che si è aggiunta a quella per l’inosservanza all’isolamento obbligatorio in quanto positivo al COVID. I due nipoti minori non imputabili, sono stati comunque segnalati al Tribunale per i Minorenni.

La costante attenzione degli agenti del Commissariato ha permesso, nel giro di poche ore, di segnalare quale assuntori di sostanze stupefacenti quattro uomini, sorpresi con la droga in circostanze insolite. Il primo, un uomo di 58 anni residente nel milanese, è stato sorpreso all’interno della stazione FS seduto nella cabina adibita allo scatto di fototessera e che dietro la tendina era intento a preparare una dose di eroina distribuita su un foglio di alluminio.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

L’uomo, scoperto, ha consegnato il tutto agli operatori che hanno proceduto al sequestro dello stupefacente e a segnalarlo alla Prefettura.

La vicinanza degli uffici del Commissariato non ha impedito a due giovani studenti di posizionarsi lungo la strada, a poche decine di metri dagli uffici della Polizia di Stato, per preparare quanto necessario al confezionamento di 2 spinelli con l’utilizzo di un grinder. I due ragazzi al momento del controllo hanno consegnato il grinder e circa 7 grammi di marijuana. Anche loro sono stati segnalati alla Prefettura.

La stessa pattuglia solo qualche ora dopo ha controllato il conducente di una autovettura in transito nei pressi della zona boschiva al confine con Castellanza. Alla rituale richiesta dei documenti e di eventuale stupefacente, vista la zona del controllo solitamente frequentata da spacciatori e loro acquirenti, l’uomo di 24 anni ha consegnato spontaneamente circa tre grammi tra cocaina e hashish. D’obbligo il ritiro immediato della patente di guida oltre al sequestro dello stupefacente e la conseguente segnalazione alla Prefettura.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...