MILANO. SUV INVESTE E UCCIDE 80ENNE. ARRESTATO PER OMICIDIO COLPOSO DOPO FUGA

465

Milano, in via Michelino Besozzo poco dopo le 20.00, un pedone ottantenne è deceduto dopo essere stato investito da un SUV che poi si è dato alla fuga senza soccorrere l’anziano. Alla guida un geometra, incensurato, senza assicurazione e con patente sospesa.
La polizia locale lo ha rintracciato poco dopo con la sua Bmw parcheggiata tranquillamente nel cortile di casa.
L’uomo è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale e omissione di soccorso, dopo aver cercato di negare tutto l’accaduto agli agenti che sono andati a prenderlo a casa. Ora si trova nel carcere di San Vittore a Milano.

Inoltre il quarantaquattrenne si è rifiutato di sottoporsi all’alcol test, di conseguenza è stato obbligato ai prelievi del sangue che dai primi esiti sono risultati  positivi, con una presenza di alcol superiore ai limiti previsti dalla legge.
La vittima, che tornava a casa dopo un pomeriggio trascorso in un centro anziani, nel momento dell’impatto è stata scaraventata per oltre venti metri e quando i soccorritori sono arrivati, era già in arresto cardiaco e sono stati inutili tutti i tentativi di rianimarlo.

L’auto che lo ha investito, procedeva ad alta velocità e dopo aver travolto l’anziano non si è fermata, ha sbattuto prima contro un auto in sosta (con una persona a bordo, rimasta illesa) poi contro un altro veicolo fermo.
La targa è stata presa da un poliziotto della Polstrada e gli agenti della polizia locale lo hanno rintracciato ed arrestato in poche ore.

Articolo di Chiara Carlucci

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...