Bolzano, arrestato il pusher che riforniva di hashish e cocaina tutta l’Alta Valle Isarco

Bolzano, nelle prime ore del mattino di mercoledì scorso, 19 maggio, personale del Commissariato di P.S. di Brennero e della Compagnia Carabinieri di Vipiteno, al termine di una complessa attività indagine, eseguiva, ad Abano Terme (PD), un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un cittadino albanese, M.D., di 41 anni, con numerosi precedenti, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti aggravato.
L’indagine, iniziata negli ultimi mesi del 2020, era scaturita a seguito della constatazione di una recrudescenza del consumo di sostanze stupefacenti – cocaina ed hashish – nell’Alta Valle di Isarco.
Dopo il sequestro di diverse dosi di droga a carico di alcuni consumatori locali, si identificavano i presunti fornitori in una coppia del padovano, con domicilio a Vipiteno.
I predetti, E.R., di 36 anni, anch’egli con precedenti, ed E.B, avvocato di 42 anni, venivano posti sotto controllo.
Gli operatori riuscivano così a documentare un’attività continuata di spaccio, con rifornimenti periodici di stupefacente a Padova e rivendite dello stesso nell’Alta Valle Isarco.
A seguito dei vari recuperi di droga a carico di consumatori, la coppia veniva arrestata lo scorso 20 gennaio presso il casello autostradale di Vipiteno, poiché in possesso di mezzo chilo di hashish e 70 grammi di cocaina.
In tale occasione, nel corso della perquisizione presso l’abitazione di Padova, era rinvenuta una pistola cal.7,62 Tokarev, detenuta illegalmente.
Gli ulteriori accertamenti svolti consentivano di identificare il fornitore della coppia nel cittadino albanese sopra indicato.
La perquisizione dell’abitazione contestuale all’arresto dell’uomo consentiva il sequestro di un’altra pistola cal.7,62 Tokarev, detenuta illegalmente, del relativo munizionamento e della somma di 2000 euro occultata nel bidone della spazzatura, presunto provento dell’attività illecita.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...