fbpx

Caso scommesse, Zaniolo-Tonali: per ora nessun risconto sulla frode sportiva

Fagioli verso il patteggiamento

Caso scommesse, Zaniolo-Tonali: per ora nessun risconto sulla frode sportiva.

La Procura di Torino e i legali di Tonali e Zaniolo hanno avviato contatti per organizzare un possibile interrogatorio dei due calciatori al centro del caso scommesse.

Il fascicolo che li riguarda, stando a quanto si apprende, è aperto per “esercizio abusivo di attività di gioco e scommessa” poiché, secondo una prima ricostruzione degli investigatori, i calciatori avrebbero effettuato delle puntate su piattaforme non autorizzate.

Ulteriori verifiche su eventuali profili di frode sportiva, che al momento non sarebbero emersi, saranno svolte già nelle prossime ore. Intanto sarebbe stata eseguita la cosiddetta “copia forense” dei cellulari prelevati dalla Polizia all’ex Roma e all’ex Milan. Partirà nelle prossime ore l’analisi delle chat.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

zaniolo-tonali

Nicolò Fagioli, a meno di ulteriori colpi di scena, dovrebbe essere ascoltato di nuovo dalla Procura federale. Sarà l’ultimo atto prima della squalifica. Dopo essersi autodenunciato e aver collaborato con la Procura, il centrocampista della Juventus chiederà il patteggiamento. Il suo stop potrebbe essere ridotto a circa 10 mesi, sconto frutto anche della collaborazione del calciatore.

Il ct della Nazionale Luciano Spalletti, durante la conferenza stampa alla vigilia dell’importante sfida dell’Italia contro l’Inghilterra, ha dichiarato: «Per la squadra è stato un trauma, ci siamo ritrovati le autorità quasi dentro lo spogliatoio. Ci siamo rimasti un po’ male, eravamo sorpresi. I ragazzi erano distrutti: quando si vive insieme, si creano sempre relazioni importanti».

fagioli

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×