Vicenza, bambini e adulti assieme per la Vicenza dantesca con “Saltar d’Arno in Bacchiglione”

Un ciclo di visite guidate per approfondire i tempi del Sommo Poeta

Vicenza, un itinerario guidato tutto nuovo per approfondire, in occasione del settimo centenario della morte di Dante Alighieri, il legame tra l’autore della Divina Commedia e la città di Vicenza. Prende il via venerdì 22 ottobre una serie di quattro visite guidate organizzate dall’Associazione guide turistiche autorizzate in collaborazione con la Biblioteca civica Bertoliana, intitolate “Saltar d’Arno in Bacchiglione”, gratuite e riservate agli utenti della biblioteca.

Le visite partiranno dalla sede centrale della Bertoliana, dove sono in mostra alcuni dei testi danteschi più antichi e pregiati tra quelli conservati in contra’ Riale, a cominciare dal fondamentale manoscritto in pergamena del 1395 per arrivare alle raffinate edizioni illustrate del Settecento e dell’Ottocento.
Da lì l’itinerario prosegue tra le vie del centro, toccando i luoghi chiave della Vicenza duecentesca e trecentesca – chiese, palazzi, torri – e mettendo in evidenza la fitta rete di relazioni tra la città e la società fiorentina dell’epoca. Una situazione che trova riscontro tra le pagine della Commedia: Dante racconta, solo per fare alcuni esempi, di Andrea de’ Mozzi, vescovo di Firenze trasferito a Vicenza per la sua condotta scandalosa; si sofferma sulla vicenda di Cunizza da Romano, cita il suo famigerato fratello Ezzelino dal “pel così nero”, e fa riferimento alle lotte che opponevano padovani e vicentini per il controllo dei fiumi.
Accanto alle figure che compaiono nella Commedia, emergono i personaggi di una città che ospitava letterati famosi, giuristi affermati, cavalieri e faccendieri coinvolti in oscuri intrighi internazionali; come Pietro Nano, un funzionario degli Scaligeri con il quale Dante sarebbe addirittura stato implicato in una congiura per avvelenare il papa.
Un’occasione per scoprire anche gli aspetti meno noti della Vicenza medievale e al tempo stesso la dimensione più privata e familiare del poeta fiorentino.

Le visite in programma sono quattro, con partenza dalla sede di Palazzo San Giacomo (contra’ Riale 5) alle 17: il 22 ottobre e il 12 novembre sono riservate agli adulti, mentre il 29 ottobre e il 19 novembre l’itinerario sarà presentato con un taglio pensato appositamente per bambini e ragazzi dal 9 ai 16 anni.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria scrivendo a:
[email protected]


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...