Verona, “ARTVERONA” 2022: dal 14 ottobre le proposte dei musei civici

Mostre, perfomance, installazioni, per un percorso artistico aperto a tutta la città, che pone al centro l’arte, il territorio, la natura e il cambiamento. I Musei civici, a partire dal 14 ottobre, sono fra i protagonisti della XVII edizione di ArteVerona, con una serie di appuntamenti in programmazione negli spazi della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti e dei Musei Castelvecchio e Storia Naturale.

Verona, “ARTVERONA” 2022: dal 14 ottobre le proposte dei musei civici.

Una grande esposizione artistica con 140 gallerie partecipanti ed un ricco palinsesto di eventi collaterali realizzati in musei e palazzi prestigiosi della città. E’ così che ArtVerona, la fiera dedicata all’arte moderna e contemporanea, torna, dal 14 al 16 ottobre, ad animare gli spazi di Veronafiere e della città.

ArtVerona 2022, sotto la direzione artistica di Stefano Raimondi, propone un’edizione che si sviluppa durante tutto l’anno, attraverso la produzione di contenuti e incontri che anticipano e promuovono l’esperienza fisica della fiera. Da qui, anche nei Musei civici, la proposta di diverse iniziative temporanee, proposte durante l’evento fieristico, e continuative, con esposizioni in programma fino al 2023.

Tutte le iniziative della 17ᵃ edizione ArtVerona sono state presentate questa mattina alla Galleria d’Arte Moderna. Presenti l’assessore alla Cultura Marta Ugolini, il presidente di Veronafiere Federico Bricolo, il direttore artistico Stefano Raimondi, Elena Amadini Exhibition Manager Area Stone&Design di Veronfiere e la direttrice dei Musei civici Francesca Rossi. Ad illustrare gli appuntamenti alla GAM la curatrice Responsabile delle Collezioni d’Arte Moderna e Contemporanea Patrizia Nuzzo. Presenti per progetti della Galleria dei Signori Andrea Castrignano e il Curatore, Vip&Corporate Manager Art Verona Elena Forin.

“Ancora una volta – ha spiegato l’assessora alla Cultura Marta Ugolini – l’impegno di Veronafiere e la collaborazione portata avanti con le tante istituzioni pubbliche e private impegnate per la realizzazione di questo evento, ci portano in contatto con le molteplicità espressive del Contempornaeo, per molti aspetti ancora poco conosciute. Uno sforzo che ben si rappresenta nell’ampia offerta di eventi realizzati al di fuori dell’ambito fieristico, che puntano ad incontrare la città per diffondere al sempre di più e meglio il Contemporaneo e le sue diversificate manifestazioni artistiche. In campo per il Comune gli spazi della Gallerie d’Arte Moderna e dei Musei Castelvecchio e Storia Naturale, nei quali sono i programmazione mostre, perfomance, installazioni, per un percorso artistico aperto a tutta la città”.

Nel particolare una sintesi dei principali eventi in programmazione ai Musei civici.

Galleria d’Arte Moderna, Palazzo della Ragione
Premio Level 0. Cappella dei Notai. Fino a settembre 2023, esposizione dell’opera Alba dell’artista Giulio Malinverni, vincitore del Premio Level 0, 2021. Malinverni, rappresentato dalla Marignana Arte, scelto dalla GAM in occasione della scorsa edizione di ArtVerona, presenta un’opera inedita, ideata appositamente per la Cappella dei Notai. Una grande tela che si presenta al pubblico in dialogo con la ricchezza iconografica e architettonica degli spazi della Cappella dei Notai, luogo di storia e cultura di Palazzo della Ragione, caratterizzato da un ciclo decorativo realizzato tra la fine del Seicento e l’inizio del Settecento. A cura di Patrizia Nuzzo, Curatore Responsabile Collezione d’Arte Moderna e Contemporanea GAM.

Contemporaneo NON-STOP, Il respiro della natura/AQUA. Alla GAM inaugurazione giovedì 28 ottobre, alle 17. Lo spazio Contemporaneo NON-STOP, nato nel 2020, destinato agli approfondimento dei linguaggi contemporanei attraverso l’esposizione delle opere più rappresentative della collezione civica, viene quest’anno dedicato al tema dell’acqua, declinata nella sua eccezione latina AQUA, protagonista nel suo fondamentale apporto di vita, ma anche nel suo contrario e che, la contingenza attuale, ha reso evidente. L’iniziativa intende sviluppare un approfondimento intorno alla Natura, soggetto da sempre indagato dagli artisti, dove gli elementi primari del mondo naturale (terra, acqua, fuoco, aria) vengono enunciati nella propria azione creatrice e distruttrice. A cura di Patrizia Nuzzo in collaborazione con le Gallerie dello Scudo e Artericambi.

Museo di Castelvecchio
Perfomance & the City
Appuntamenti venerdì 14 e sabato 15 ottobre. Il progetto prevede la realizzazione di due performance delle artiste Annamaria Ajmone e Claudia Pagès Raball. Obiettivo del format è quello di far dialogare un linguaggio contemporaneo con il patrimonio storico, architettonico e artistico, rappresentato dagli spazi del Museo di Castelvecchio.
Appuntamenti: venerdì 14 ottobre, alle 20, Ajmone; sabato 15 ottobre, alle 10, Raball. A cura di Claudia Santeroni e Marzia Maria Minelli.

Progetto RemotoGiardino del Museo di Castelvecchio. Sabato 15 ottobre alle 20 inaugurazione. Domenica 16 ottobre perfomance Laura e Valentina Pante.
Remoto è un progetto/opera concepito da Giorgio Andreotta Calò in stretta relazione con il contesto culturale e naturale del territorio veronese. Ideato appositamente per i Musei civici di Verona, il progetto si origina da una campagna geognostica volta a rintracciare tramite carotaggio una sequenza di strati rocciosi. I materiali raccolti sono ospitati al Giardino del Museo di Castelvecchio, alla GAM e al Museo di Storia Naturale. Progetto a cura di Elena Forin. Sabato 15 ottobre, in Fiera, alle 15, talk con l’artista Calò e la curatrice Forin.

Museo di Storia Naturale
Premio RAR 2021
Venerdì 14 ottobre, alle 10.30 nell’atrio del Museo di Storia Naturale, presentazione con l’artista Luca Petti. Nelle giornate di ArtVerona il Museo di Storia Naturale ospita l’installazione di Petti, vincitore dell’edizione 2021 del Premio RAR – Residenza Arte Rurale. L’opera è stata realizzata in seguito a un percorso di studi sulla flora locale svolto insieme agli studenti. A cura di Marta Ferretti.

Pia Gazzola – Pagine fossili. Venerdì 14 ottobre, alle ore 11.30, presentazione della mostra insieme all’artista veronese. Gazzola presenta al Museo di Storia Naturale alcuni lavori appartenenti alla serie Segni di segni e Incontri. Le opere, che l’artista lega intimamente alla tematica della Natura creatrice, si definiscono in elementi vegetali che tracciano calligrafie e impronte su superfici di carta cotone. In collaborazione con Studio la Città.

Programma completo di ArtVerona è disponibile sul sito https://artverona.it/.

Verona, “ARTVERONA” 2022: dal 14 ottobre le proposte dei musei civici

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...