Trento, il programma di agosto di “Palchi in movimento”

In caso di pioggia i concerti si sposteranno nel teatro di Meano

Trento, nel palinsesto di Trento aperta, la rassegna Palchi in movimento punta ad animare piazze e parchi delle circoscrizioni con concerti che vedono protagonisti musicisti e generi musicali diversi. L’organizzazione è curata dal servizio Cultura, trismo e politiche giovanili – ufficio  Eventi sul territorio in collaborazione con l’associazione Teatro E e con la ditta  Bottega della musica che cura la parte luci e audio dei concerti.

Il primo protagonista dei due appuntamenti di agosto è Francesco Camin, che si esibirà al parco Trener ai Solteri martedì 17 agosto alle 21.

Supportato da una band di 5 elementi, Camin pennella le sue ultime produzioni di tutte le sfumature necessarie a trasmettere al meglio un messaggio non banale: riavvicinare l’uomo alla natura, ritrovare ciò che è essenziale e ridargli il giusto valore. Attraverso melodie leggere e suoni potenti e ricercati parla di incontri, di fantasia mista a realtà. Parla soprattutto della vita che ci circonda, del lasciarsi contaminare dal verde. Canzoni che si fanno guida di un’ideale escursione in montagna lungo percorsi sterrati che si addentrano tra gli alberi e incontrano panorami vasti in cui non c’è traccia dell’opera umana.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Mercoledì 18 agosto alle 21 al parco di Melta sul palco Comaneci, un’altra Italia musicale, meno affezionata a una certa narrazione dei riti della quotidianità e più legata a un tipo di racconto universale. La forza di una scrittura che con poco si prende tutto: ascolti, pensieri, batticuori. Blues, folk, dream pop, magistralmente suonati e mescolati. Momenti di respiro malinconico, batterie ossessive, castelli di voci e chitarre. Da 15 anni una delle formazioni più apprezzate dell’underground italiano. L’apertura della serata è affidata a Marion Moroder, una voce dolce calda che si lascia accompagnare da poche note di chitarra, qualche battito di grancassa e gli umori nostalgici del piano. Un set contemporaneo che potrebbe venire da qualsiasi tempo, canzoni morbide che parlano l’idioma dell’indie ma non si recludono nei suoi confini. Nelle melodie di Marion riecheggiano le armonie dei Beatles, e di Norah Jones, i suoni di casa e del bosco. Una cantautrice che, nonostante la giovane età, porta in concerto un bagaglio colmo di suggestioni, che sfiora e rende leggerissime.

L’ingresso è a pagamento con biglietto unico di 5 euro, con possibilità di acquisto online dei biglietti sul sito di Palchi in movimento.

In applicazione delle norme emanate per fronteggiare la pandemia e per garantire la sicurezza delle attività sociali ed economiche, anche per accedere agli spettacoli di Palchi in movimento, così come per tutti gli eventi del cartellone di Trento aperta, è necessario esibire la certificazione verde Covid-19 “green pass”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...