Modena, un evento alla Tenda su come i giovani promuovono un modello di guida sicura

Sabato 21 gennaio alla Tenda si presenta un concorso rivolto ai ragazzi e abbinata alla campagna di comunicazione “Cambia il finale”

Modena, un evento alla Tenda su come i giovani promuovono un modello di guida sicura.

 

La guida sotto l’effetto di alcol e droghe può contribuire a provocare incidenti, spesso gravi, e il tema a Modena è sviluppato in queste settimana da una campagna di comunicazione sulla sicurezza stradale dal titolo “Cambia il finale” (cambiailfinale) che utilizza il linguaggio del cinema e delle serie televisive.

L’iniziativa è rivolta a tutti ma c’è un’attenzione particolare per i giovani che ora vengono coinvolti direttamente in un vero e proprio concorso: un contest per la promozione di una guida sicura con in palio ingressi gratis al cinema e buoni per acquisti su Amazon. La presentazione è in programma sabato 21 gennaio alle 14.30 alla Tenda, in via Monte Kosika e ci si può iscrivere al concorso fino al 12 febbraio, basta mandare un messaggio WhatsApp (3406720740).
Obiettivo del contest è la creazione entro il 12 marzo di un contenuto multimediale, che possa essere utilizzato sui Social, dedicato ai rischi psicofisici e sanzionatori legati alla guida sotto l’effetto di alcolici e droghe. Il primo premio è un buon Amazon da 200 euro (100 euro per il secondo, 50 per il terzo).
Anche il contest, come la campagna di comunicazione, rientra nel progetto finanziato dal Dipartimento Politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei ministri, che sta sviluppando il Comune di Modena insieme a Prefettura, Azienda sanitaria locale, Comune di Castelfranco Emilia, Unione Terre di castelli e Unione dei Comuni modenesi dell’Area nord.
Il progetto prevede il potenziamento dei controlli stradali, diurni e notturni (diversi già realizzati lo scorso anno, altri in programma nelle prossime settimane) e attività di formazione per gli operatori delle polizie locali, ma anche, appunto, rivolta ai giovani, con diverse iniziative di sensibilizzazione.
Nell’ambito del progetto sono state acquistate anche nuove strumentazioni, come etilometri e “drug test”, fino al nuovo simulatore di guida che viene utilizzato nelle attività di prevenzione con i giovani: lo strumento, con grafica 3D piuttosto accurata, simula le diverse infrazioni al Codice della strada, con una particolare attenzione a come cambia la guida sotto effetto di stupefacenti, alcool, e stati psicofisici alterati.
Alcolici e stupefacenti, infatti, sono considerati dagli esperti tra le cause principali degli incidenti stradali e della loro gravità, insieme all’eccesso di velocità e alla distrazione causata dalla consultazione dei cellulari.
Lo spot della campagna di comunicazione, veicolato in radio, tv e siti web delle testate giornalistiche modenesi, è un vero e proprio trailer cinematografico e al primo sguardo illude lo spettatore e sembra davvero voler raccontare una storia ancora tutta da scrivere. Ma “bere e guidare” in realtà è una storia vista innumerevoli volte, il cui finale è così scontato che viene anticipato subito da uno “spoiler”: finisce male.
L’originalità della campagna è racchiusa in questo paradosso. Nel costruire un colpo di scena svelando un finale già tristemente noto, che conoscono tutti. Ed è proprio basandosi su consapevolezza che si invita il pubblico a riflettere e prendere coscienza, per cambiare il finale di una storia che, nonostante la sua banalità, continua drammaticamente a ripetersi ogni giorno.
Cambia il finale è anche lo slogan che accompagna cartoline, manifesti e affissioni sullo stile delle locandine cinematografiche, mentre sul sito cambiailfinale si possono trovare anche materiali informativi sull’attività di prevenzione e sui rischi.

Modena, un evento alla Tende su come i giovani promuovono un modello di guida sicura

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...