Vimercate, si scaglia contro i carabinieri dopo litigio con la madre: in arresto pregiudicato

sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma presso la Stazione Carabinieri

Vimercate, si scaglia contro i carabinieri dopo litigio con la madre: in arresto pregiudicato.

Un 33enne, italiano, pregiudicato, lo scorso 30 novembre è stato arrestato in flagranza di reato, a Vimercate, con l’accusa di “maltrattamenti contro familiari e conviventi”, “violenza o minaccia e resistenza a pubblico ufficiale” e “lesione personale“.

Alle ore 05:30, la donna 56enne, alzatasi e pronta per andare a lavorare notando il figlio ancora nel letto provava a svegliarlo ricordandogli che anche lui doveva presentarsi al lavoro, il giovane di rimando iniziava ad inveire e rompere alcuni oggetti in casa, le urla spaventavano la sorella 26enne che contattava il NUE 112 richiedendo l’intervento di una pattuglia dei Carabinieri temendo che la situazione potesse degenerare.

La centrale operativa inviava due pattuglie dei Carabinieri presso il domicilio del 33enne che alla vista dei militari opponeva resistenza agli operanti che al termine degli preliminari accertamenti, lo dichiaravano in stato di arresto. Il giovane, trattenuto per una notte presso le camere di sicurezza del Comando Compagnai di Vimercate, l’indomani veniva accompagnato presso il Tribunale del capoluogo brianzolo dove a conclusione del rito direttissimo, dopo la convalida dell’arresto, veniva sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma tutti i giorni presso la Stazione Carabinieri.

Vimercate, si scaglia contro i carabinieri dopo litigio con la madre: in arresto pregiudicato

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...