Vicenza, clandestino pregiudicato espulso e rimpatriato

Si tratta di un 45enne di origini tunisine

Vicenza, clandestino pregiudicato espulso e rimpatriato.

Giovedì, il cittadino tunisino H. R., già noto alle Forze dell’Ordine per numerosi precedenti penali e/o di Polizia, è stato trasferito al Centro di Permanenza e Rimpatrio di Milano dagli Agenti della Questura di Vicenza.

L’uomo – un 45enne irregolare sul territorio nazionale – nel pomeriggio si era recato presso gli Uffici di Viale Mazzini a Vicenza lamentando di essere stato aggredito da un altro straniero che avrebbe tentato di rubargli il telefono cellulare.

Dopo aver ascoltato la sua storia, gli agenti della Questura hanno proceduto ad effettuare un controllo sulla Banca Dati del Ministero dell’Interno, scoprendo in tal modo che l’uomo oltre ad essere privo del Permesso di Soggiorno, viveva da anni di espedienti non svolgendo alcuna attività lavorativa: giunto in Italia nel 2016 nel corso di uno sbarco di migranti a Lampedusa, aveva subito fornito un falso nome, venendo in seguito denunciato per immigrazione clandestina e, l’anno successivo, arrestato per produzione e traffico di sostanze stupefacenti.

Il suo curriculum criminale si è “arricchito” di denunce per reati di varia natura e gravità, tra i quali violenza sessuale aggravata e lesioni personali nei confronti di una donna.

In considerazione di quanto esposto, nei confronti di H. R. – già colpito da un provvedimento di espulsione – il Questore della Provincia di Vicenza Paolo SARTORI ha emesso un decreto di allontanamento dal territorio nazionale. L’uomo, quindi, è stato trasferito dagli agenti della Questura presso il Centro di Permanenza di Milano, in attesa di essere rimpatriato.

pol

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...