Udine, arrestato a Bogotà un latitante responsabile di diverse rapine in Italia

Udine, in data 10 maggio scorso a Bogotà (Colombia), è stato tratto in arresto POVEDA Jeison Alberto “YEISON” nato in Colombia il 10 marzo 1978, latitante colpito da Mandato di Arresto Europeo, esteso anche in campo internazionale, emesso in data 10/11/2020 dalla Procura della Repubblica di Udine, poiché ritenuto responsabile del reato di rapina aggravata, lesione personale, resistenza pubblico ufficiale e falsa attestazione sull’identità personale, in più episodi commessi tra il 2 settembre 2017 al 13 ottobre 2018.
L’attività di ricerche, gestita dal Nucleo Investigativo del Reparto Operativo Carabinieri di Udine, e coordinata dal Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’interno di Roma in concorso con le Autorità Colombiane, ha permesso l’individuazione e l’arresto del latitante, che dovrà scontare la pena definitiva di 8 anni e 5 mesi di reclusione.

Cosa è successo?

Il 2 settembre 2017, in Udine, POVEDA Jeison Alberto, unitamente ad altro soggetto, per impossessarsi di una collana d’oro, si era introdotto nel giardino dell’abitazione di una donna anziana di 70 anni, aggredendola e facendola rovinare a terra, cagionandole lesioni personali. Datosi poi alla fuga a bordo di autovettura Citroen C3, il POVEDA era stato individuato il giorno successivo ad un posto di controllo dei Carabinieri. All’alt dei militari, l’uomo dapprima aveva tentato di investirli, per poi darsi alla fuga, speronando una autovettura militare ed effettuando pericolose manovre che mettevano in pericolo l’incolumità dei passanti. Bloccato al termine di un inseguimento, PIOVEDA, che aveva continuato ad opporre resistenza, era stato tratto in arresto unitamente ad altri due soggetti, il figlio e un connazionale. Le successive indagini, si era appurato che PIOVEDA Jeison Alberto, responsabile di analoghe rapine in Milano e Venezia, aveva dato false generalità all’atto dell’identificazione da parte delle Forze di Polizia.
Il 5 novembre 2017, dopo essere evaso dagli arresti domiciliari in Varmo (UD) al fine di sottrarsi al processo, POVEDA Jeison Alberto si era reso irreperibile sul Territorio Nazionale.
Al predetto cittadino colombiano, in data 27/04/2020, era stata inflitta dal Tribunale di Udine anche la pena accessoria dell’interdizione perpetua dai pubblici uffici.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...