Milano, impresa familiare di spaccio in manette

Avevano messo su una vera e propria impresa familiare a scopi illeciti da tempo nel quartiere Corvetto di Milano. Padre e figlio, M.V. classe 1962 e G.V classe 92 sono finiti in manette per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. I due cittadini italiani cedevano a diversi acquirenti dosi di hashish e marijuana in casa. Gli investigatori della Polizia di Milano si erano appostati in tre punti di osservazione per sorprendere sul fatto gli spacciatori. Subito dopo le cessioni, gli acquirenti che uscivano dall’abitazione sono stati fermati dai poliziotti e trovati in possesso della sostanza appena acquistata, circa 23 gr. di hashish. M.V., invece, è stato sorpreso mentre stava per recuperare dalla cantina altra droga per un peso complessivo di 219 gr di marijuana e mentre pesava ulteriori due dosi di hashish con un bilancino. All’interno dell’abitazione sono stati trovati i cellulari con i quali i malfattori mantenevano i contatti con gli acquirenti e un coltello utilizzato per il taglio della droga.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...