Cassino, violenza sessuale sulla A1: la Polizia può solo soccorrere la vittima

Cassino, nella nottata di ieri, verso le ore 00.30, un equipaggio della Sottosezione della Polizia Stradale di Cassino, notava un’autovettura ferma sulla carreggiata dell’autostrada A1 all’altezza del km. 698 Sud i cui occupanti gesticolavano animatamente.

Insospettiti da questi movimenti anomali, i poliziotti si avvicinavano all’autovettura e dall’abitacolo scendeva rapidamente una donna visibilmente scossa, con gli indumenti strappati che dirigendosi verso l’autovettura della Polizia chiedeva aiuto, seguita da un uomo sceso anch’esso dall’auto.

L’immediato intervento degli agenti consentiva di mettere in sicurezza la donna che urlando riferiva di essere stata picchiata e violentata dal soggetto, che nonostante la presenza delle forze dell’ordine continuava ad infierire verbalmente contro la malcapitata.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Gli operatori al fine di chiarire la vicenda, placavano l’uomo e lo accompagnavano presso la Sottosezione di Cassino, per essere sottoposto ad ulteriori accertamenti, mentre la donna che presentava i segni di alcune contusioni veniva portata in ospedale.

L’esito degli accertamenti sanitari sulla donna e sugli indumenti rinvenuti all’interno dell’autovettura, davano conferma di quanto dalla stessa denunciato, a seguito di ciò l’uomo veniva arrestato e associato presso il carcere di Poggioreale.

Le successive attività degli investigatori (codice rosso) sono state eseguite con il coordinamento della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, nel massimo rispetto del protocollo a tutela della donna che aveva subito violenze.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...