Agrigento, chiuso locale per 3 giorni perché in zona arancione serviva bevande ai suoi clienti

Agrigento, nel corso di mirati servizi di Polizia, predisposti dal Questore della Provincia di Agrigento, volti alla verifica del rispetto delle norme Anti Covid-19, personale di questa Squadra Amministrativa unitamente all’U.P.G.S.P. – sezione Volanti, alle ore 20.00 del 07 Maggio 2021, effettuava un controllo ispettivo ex art.13 legge 24/11/1981 nr.689, presso un esercizio pubblico di somministrazione di alimenti e bevande (BAR) sito in Agrigento in via Atenea.
Nella circostanza, si riscontrava che il titolare della predetta attività commerciale (BAR), effettuava la vendita di bevande (Alcolici e super Alcolici), in bicchieri di plastica, a diverse persone (avventori), i quali consumavano quanto prima preso in uno spazio antistante al locale, creando assembramento e ciò in violazione delle disposizioni per il contenimento dell’epidemia da COVID-19 in “AREA ARANCIONE” che prevede la sospensione dell’attività commerciale dalle ore 18:00 alle ore 05:00 e il divieto di Assembramento di persone in luogo pubblico o aperto al pubblico.
Pertanto si procedeva ad elevare n° 13 verbali di contestazione di illecito amministrativo ai sensi dell’Art 1 comma 8 D.L. n° 33 del 16/05/2020 (convertito in legge n° 74 del 14/07/2020) in relazione all’art. 4 Decreto Legge del 25 marzo 2020, n° 19, convertito in Legge n° 35/2020.
Nel medesimo contesto veniva elevato verbale di contestazione di illecito amministrativo nei confronti del titolare dell’attività commerciale ai sensi dell’Art 1 comma 10 lettera gg) D.P.C.M. del 14/01/2021 in relazione all’art. 4 Decreto Legge del 25 marzo 2020, n° 19, convertito in Legge n° 35/2020, nei confronti dell’esercizio pubblico (BAR) veniva applicata la sanzione accessoria della chiusura provvisoria di giorni 3 (TRE).


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...