Messina, Gran Camposanto tra arte e tradizione

Al Gran Camposanto ieri primo appuntamento dell’iniziativa “L’arte racconta la città - #Strettartme”, una giornata all’insegna dell’arte e della bellezza

Messina, Gran Camposanto tra arte e tradizione.

In presenza del sindaco Federico Basile, su iniziativa dell’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’Officina del Sole, si è svolta ieri la prima giornata di “L’arte racconta la città”.

Numerosi artisti si sono presentati per l’occasione, arricchendo questa particolare giornata con le proprie opere ed i propri disegni; non è tuttavia mancata anche la presenza di gente comune la quale, incuriosita ed affascinata, ha deciso di trascorrere la domenica osservando e ascoltando,  approfondendo così la conoscenza delle proprie radici e dei personaggi più illustri della città.

L’iniziativa è stata anche una grande occasione per le nuove generazioni per poter visitare il Gran Camposanto, terzo cimitero monumentale tra i più grandi d’Italia, nonché luogo simbolo per la città di Messina.

Arte, disegno, pittura, poesia e fotografia sono riuscite a valorizzare le bellezze storiche e culturali del posto.

In corrispondenza dei punti di incontro, al Cenobio lo scrittore Giandomenico Ruta ha narrato le leggende e le affascinanti storie del mistero di Messina; dinanzi al busto dell’architetto Leone Savoja, che ha progettato il Gran Camposanto, l’attrice Silvia Castelli ha illustrato i personaggi celebri sepolti proprio sotto i piedi dei presenti, accompagnata da Davide Colnaghi con la sua chitarra. Sergio Longo, dall’entrata principale, ha infine guidato la visita storico-culturale, raccontando passo dopo passo la storia degli antenati della città.

Messina, Gran Camposanto tra arte e tradizione

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...