ELEZIONI REGIONALI LOMBARDE: IL PROGRAMMA DI ANGELA DE ROSA DI CASAPOUND

412

Il 4 Marzo per le elezioni della regionali della Lombardia il candidato di CasaPound alla presidenza è Angela De Rosa.

L’obiettivo principale dichiarato dalla candidata De Rosa è quello di far tornare la Lombardia la regione italiana dall’economia trainante per l’intero paese. Viene infatti ritenuto da CasaPound che le ultime amministrazioni non siano state sufficientemente incisive per la crescita economica e industriale della regione Lombardia arrivando addirittura a definirli come anni piatti.

La candidata De Rosa ha nel suo programma l’intenzione di sostenere l’imprenditoria e le famiglie italiane secondo lo slogan caro a questa parte politica “prima gli italiani”. La volontà è infatti quella di spendere i soldi pubblici della regione per aiutare l’economia lombarda attraverso il sostegno agli italiani sottraendoli dai centri di accoglienza per i profughi.

La candidata De Rosa vuole inoltre lavorare per combattere le problematiche legate all’emergenza abitativa, i servizi sociali e la protezione civile. Durante la propria campagna elettorale si è spesso vista la candidata Angela De Rosa in visita in luoghi di varia natura che necessitano di interventi di ristrutturazione sottintendendo che sarebbe una sua priorità in caso di vittoria.

L’accento, nei discorsi della candidata alla presidenza della regione Lombardia e di altre personalità dello stesso partito CasaPound, ricade spesso nel confronto con le altre parti politiche dalla sinistra alla destra moderata che, secondo Angela De Rosa, non hanno a cuore gli interessi degli italiani perché troppo impegnati a risolvere altre questioni non legate all’effettivo benessere dei cittadini.

CasaPound col suo candidato alla presidenza della Lombardia si presenterà da sola senza l’intenzione di stringere alleanze con nessuno perché, come hanno dichiarato in più occasioni, si presentano come l’unica e sola forza che ha interesse e capacità per risolvere i problemi dei cittadini.

Articolo di Daniel Bidussa


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...