Arriva l’”EXPO del bello” per promuovere a Milano il Made in Italy attraverso la moda

Da settembre 2017, in occasione delle Settimane della Moda donna, Milano diventerà il “place to be” per tutti gli operatori del settore del mondo per promuovere il Made in Italy. è questo il grandioso obbiettivo, o meglio uno dei principali con cui è stato siglato a Roma il protocollo di intesa, in occasione della riunione del Comitato Moda Italia presso il MISE. La giornata del 12 ottobre ha visto la presidenza del Sottosegretario Ivan Scalfarotto ed i rappresentanti dell’Agenzia ICE, del Comune di Milano e delle più importanti realtà associative ed imprenditoriali del settore moda.
“Il protocollo di oggi conferma la vicinanza e l’attenzione di tutte le Istituzioni nazionali e locali verso un comparto produttivo sempre più strategico per il Paese e la volontà di fare di Milano una vetrina riconosciuta a livello internazionale di tutto il Made in Italy”, commenta l’assessore al Commercio, Moda e Design, Cristina Tajani. “Oggi – prosegue l’assessore – confermiamo un’alleanza tra operatori privati e settore pubblico che consentirà di concentrare presenze di buyers, operatori e turisti in un’unica settimana strategica per la città”.
Con questa intesa si punta, oltre al potenziamento del sistema sfilate soprattutto nelle collezioni donna, al miglioramento del coordinamento e la razionalizzazione di tutto il polo fieristico di settore così da facilitarne la fruizione da parte dei buyers stranieri nonché il coinvolgimento delle istituzioni e degli enti che hanno interesse a promuovere Milano quale città simbolo del Made in Italy. L’idea passa anche mediante l’organizzazione di eventi aperti che valorizzino la città e le sue infrastrutture. L’obiettivo cardine del protocollo è quello di imprimere una decisa accelerazione al processo di internazionalizzazione del settore, tale da permettere la completa e compiuta espressione delle sue potenzialità.
Il passaggio concreto dalla firma all’attuazione del protocollo è previsto dunque per settembre 2017, in occasione delle Settimane della Moda donna, la piazza d’incontro degli operatori del settore apprezzata nel mondo. Si lavora a convogliare in contemporanea nel capoluogo lombardo tutte le rassegne fieristiche, i mercati o gli showcase di quei segmenti della filiera che svolgono le loro rassegne in sedi diverse da Milano o in altri periodi dell’anno.
“Il settore moda allargato rappresenta il 14% del nostro export” aggiunge il Sottosegretario Scalfarotto “ed è cresciuto del 3% nel corso del 2015. L’Italia è l’unico Paese al mondo ad ospitare la filiera nel suo insieme, dal filato ai tessuti, dalle confezioni all’accessorio. Un’imponente sintesi di talento creativo, eredità e memoria, innovazione e positiva contaminazione. Eccellenze e primati di cui siamo orgogliosi e che dobbiamo valorizzare, rendendo Milano il crocevia di una convergenza creativa senza eguali.”
“Lavoriamo, seguendo le direttrici indicate dal Governo e dal presidente Renzi, ed in stretto rapporto con gli Enti Locali e le imprese” conclude Scalfarotto “per realizzare un vero e proprio Expo del bello e ben fatto, che dal settembre 2017 avrà luogo due volte l’anno a Milano.”

Articolo di Settimio Martire


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...