Il Sud-Est dell’Ucraina sotto le bombe, missili a Odessa; la Russia perde terreno a Kiev

La devastazione portata dalla guerra è enorme

La Russia continua a bombardare il Sud-Est dell’Ucraina, lo sforzo missilistico si concentra sempre di più sul Donbass, nuovo obiettivo principale dell’esercito russo. Il Donbass è la regione a Est in cui sono presenti le repubbliche indipendenti di Donetsk e Luhansk, oggetto del contendere sin dall’inizio del conflitto. Missili sono segnalati anche a Odessa.

La ritirata dell’esercito russo dall’area intorno a Kiev sta permettendo alle forze militari ucraine di avanzare. Passo dopo passo si scopre la devastazione portata dalla guerra.

Il Donbass

La testata giornalistica ucraina The Kyiv Independent riporta la testimonianza del governatore dell’area del Luhansk, Serhiy Gaidai. Gadai fa sapere che nelle città di Severodonetsk, Lysychansk, and Rubizhne ci sono continue esplosioni. Nella giornata di ieri è stato colpito di nuovo un edificio residenziale, “è il terzo in una settimana”, dice Gaidai.

Odessa

Nel Sud dell’Ucraina la città più presa di mira è Odessa, dove ci sono stati missili nella notte. Secondo un membro del consiglio comunale della città, Petro Obukhov, erano diretti verso una “struttura infrastrutturale critica”.

Le difficoltà russe

Intanto, secondo quanto raccontato dal Ministero della Difesa inglese nel suo report giornaliero, l’Ucraina continua a resistere con successo, mettendo in seria difficoltà l’aviazione russa, vulnerabile ai sistemi di difesa aerea a corto e medio raggio.

La Russia, secondo l’Intelligence inglese, non riuscirebbe a distruggere questi sistemi di difesa. Così sarebbe incapace di prendere il controllo del cielo e di guadagnare terreno in maniera significativa.

Il Sud-Est dell'Ucraina sotto le bombe, missili anche a Odessa; la Russia perde terreno a Kiev

La situazione a Kiev

Intorno alla capitale Kiev, l’esercito ucraino continua ad avanzare seguendo la ritirata russa. Addirittura le truppe russe avrebbero abbandonato l’aeroporto di Hostomel, una delle prime infrastrutture guadagnate durante la guerra.

Verso Nord-Est, le truppe ucraine si fanno strada da Irpin, città già riconquistata il 28 marzo, verso Bucha e la città di Hostomel. L’avanzata sta portando alla luce i danni provocati dall’occupazione russa.

The Kyiv Independent ha pubblicato diverse immagini che mostrano devastazione e morte portate dalla guerra, fotografate nelle zone riconquistate. Le immagini sono molto forti, documentano la distruzione di palazzi, i resti di incendi e proverebbero la morte di molti civili. Quest’ultima circostanza è sempre stata negata dalla Russia.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...