L’ONU vota contro la guerra: la Cina si astiene, no dalla Russia

Scambio di prigionieri tra Russia e Ucraina

L’ONU vota contro la guerra: la Cina si astiene, no dalla Russia.

L’Assemblea Generale dell’ONU ha votato una risoluzione contro la guerra russa in Ucraina. Nel testo proposto alle Nazioni Unite si chiedeva “l’immediata cessazione” delle operazioni militari e degli attacchi e delle ritorsioni contro la popolazione civile. Il documento conteneva riferimenti anche alla libera circolazione e alla protezione di giornalisti e di tutti gli operatori sanitari accorsi in Ucraina per documentare la guerra e aiutare le persone in difficoltà.

I voti favorevoli sono stati 140, uno in meno della risoluzione precedente sullo stesso argomento, 38 gli astenuti e 5 i contrari. La Cina non si è schierata, chiedendo ai Paesi Occidentali di non forzare la mano di altri stati non coinvolti nel conflitto; la Russia ha votato contro – dimostrando l’intenzione di continuare il conflitto – insieme a Bielorussia, Nord Corea, Siria ed Eritrea.

Scambio di prigionieri tra Russia e Ucraina

Intanto la guerra continua ed è notizia del giorno lo scambio di prigionieri tra le due fazioni in lotta. Secondo The Kyiv Independent, la vice del Primo Ministro Zelensky, Iryna Vereshchuk, ha affermato che 10 prigionieri russi sono stati liberati in cambio del ritorno tra le forze della resistenza di 10 soldati ucraini. Sempre Vereshchuk ha fatto sapere che 11 marinai russi salvati da un naufragio saranno scambiati per 19 marinai catturati dalla Russia.

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...