La Russia punta tutto sul Donbass; l’esercito ucraino respinge uno sbarco a Odessa

Tra i soldati circola la voce i capi dell'esercito russo vorrebbero portare a termine la missione entro il 9 maggio

La Russia punta tutto sul Donbass; l’esercito ucraino respinge uno sbarco a Odessa.

La fase 2 della guerra: l’obiettivo russo è il Donbass

La Russia ha concluso la prima fase della sua operazione in Ucraina e ora punta a liberare il Donbass. Questa è la nuova linea del Cremlino secondo l’agenzia di stampa Reuters che, citando il ministro della Difesa russo, gli attribuisce la parole: “ora è possibile i nostri sforzi nel raggiungere il nostro obiettivo principale, ossia la liberazione del Donbass”. Ciò sarebbe possibile perché “le forze ucraine sono diminuite” e “i separatisti ora controllano il 93% della regione di Luhansk e il 54% di quella di Donetsk”.
Sempre secondo fonti di Reuters, questa sarebbe, secondo un diplomatico a Mosca, “una mossa per salvarsi la faccia e un possibile preludio ad un dietro-front della Russia”.

Intanto il Pentagono ha fatto sapere che la Russia starebbe cercando di portare rinforzi in Ucraina attingendo alle sue truppe in Georgia. E secondo altre fonti la Russia si è rivolta ad Hezbollah, che ha accettato di inviare 800 combattenti in Ucraina. Infine circolerebbe tra i soldati la voce che i capi dell’esercito russo vorrebbero portare a termine la missione entro il 9 maggio.

L’esercito ucraino respinge uno sbarco a Odessa

Intanto continua la guerra e nella giornata di oggi, come raccontato da ANSA, l’esercito ucraino ha respinto uno sbarco russo nella regione di Odessa, dove “il tentativo del nemico di far attraccare motoscafi nella regione di Odessa non ha avuto successo” – dice un ufficiale del South Operational Command, Vladislav Nazarov.
“Il nemico” – secondo Nazarov – “continua a perlustrare la costa e il Mar Nero. Ma i sistemi di difesa aerea stanno facendo il loro lavoro”.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...