Dagli USA 800 milioni di aiuti militari a Kiev

Zelensky ha detto in un video pubblicato su Twitter: "La pace deve essere meglio armata della tirannia"

Dagli USA altri 800 milioni di aiuti militari a Kiev.

Gli USA consegneranno nuove armi all’Ucraina, ricevendo le richieste del presidente ucraino Zelensky atte a fronteggiare l’avanzata russa in Donbass.

In vista di uno scontro che è considerato decisivo, Zelensky aveva condiviso sui social network un video in cui richiedeva una serie di attrezzature militari. Il presidente ucraino aveva fatto appello diretto a Stati Uniti e Germania. Se i secondi si sono dimostrati restii, i primi non hanno esitato.

Il dialogo tra Biden e Zelensky è sempre stato costante. Nei giorni scorsi Zelensky aveva ringraziato Biden per “chiamare le cose col proprio nome e affrontare il male”. Infatti Biden aveva definito Putin “un macellaio”, “che non può rimanere al potere”.

La svolta è arrivata nella serata di ieri, quando i due si sono trovati d’accordo sulle necessità di aumentare le sanzioni, di aiuti finanziari e di un pacchetto di difesa militare aggiuntivo. Zelensky ha detto in un video pubblicato su Twitter che “la pace deve essere meglio armata della tirannia“.

Quindi, nella notte precedente al cinquantesimo giorno di guerra, Joe Biden ha annunciato nuovo sostegno militare all’Ucraina. A stretto giro di posta il Ministero della Difesa ha pubblicato l’elenco delle armi che verranno fornite all’Ucraina. Si tratta di attrezzature per un valore stimato di 800 milioni di dollari. Sino ad oggi, gli USA spiegano di aver fornito assistenza all’Ucraina per 2,6 miliardi di dollari.

Dagli USA 800 milioni di aiuti militari a Kiev

Il nuovo pacchetto di aiuti militari

Secondo il Pentagono, gli sforzi per portare armi e risorse in Ucraina sono già iniziati. Il nuovo pacchetto di aiuti militari dovrebbe raggiungere il fronte in una settimana circa.

Oltre alle armi, alle munizioni e ai kit medici, Biden si è impegnato a fornire 100 veicoli corazzati Humvee, 200 mezzi corazzati per il trasporto di personale modello M113 e 11 elicotteri Mi-17, che si vanno ad aggiungere ai 5 già forniti nel corso dello scontro. Inoltre saranno consegnati all’Ucraina due sistemi radar e mine anti-uomo Claymore.

La maggior parte di questa attrezzatura è simile a quella già in uso nell’esercito ucraino. Per alcune tecnologie invece servirà che i militari siano addestrati.

John F. Kirby, responsabile della comunicazione del Pentagono, ha fatto sapere che gli Stati Uniti provvederanno anche a fornire le conoscenze necessarie e si tratterà di un lavoro “su misura”. Gli USA non vogliono indebolire le truppe sul fronte. Questo verrà abbandonato solo da alcuni militari selezionati e di determinati reparti, che poi insegneranno ai loro commilitoni come usare le armi americane. Kirby non ha spiegato dove e quando si svolgerà l’addestramento.

 

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...