fbpx

Offese, minacce, percosse e lesioni ai danni di quattro donne: emessi provvedimenti di ammonimento nei confronti di tre forlivesi e un campano

Destinatari dei quattro provvedimenti di ammonimento sono tutti uomini attualmente o in passato legati da stabili relazioni di convivenza.

Offese, minacce, percosse e lesioni ai danni di quattro donne: emessi provvedimenti di ammonimento nei confronti di tre forlivesi e un campano. 

Forlì-Cesena. Il Questore di Forlì-Cesena, Claudio Mastromattei, ha emesso quattro provvedimenti di ammonimento, due per violenza domestica e due per atti persecutori (“stalking”), nei confronti di 4 uomini ritenuti responsabili di aver posto in essere condotte violente e persecutorie.

L’efficace contrasto della violenza di genere rende necessario, infatti, l’attivazione di azioni di prevenzione che si integrano con gli strumenti sanzionatori di natura penale nell’ambito di un’unica “cornice” di iniziative finalizzate alla neutralizzazione del rischio di commissione di azioni violente, segnatamente in contesti domestici. In tale ottica, al Questore sono riconosciuti poteri di intervento di natura amministrativa che si pongono in rapporto di complementarietà con le azioni di segno cautelare rimesse invece all’Autorità Giudiziaria.

Destinatari dei quattro provvedimenti di ammonimento sono tutti uomini attualmente o in passato legati da stabili relazioni di convivenza e, in due casi, le donne, sebbene vittime di offese, minacce, percosse, e lesioni, non hanno inteso sporgere denuncia. Nel dettaglio, il Questore ha ammonito per condotte di violenza domestica due quarantenni forlivesi che, in più circostanze, nel corso di litigi in abitazione, durante le quali era intervenuto personale delle Volanti, si sono resi responsabili di offese, percosse e in un caso di lesioni nei confronti della convivente, che non ha inteso sporgere denuncia.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Sono stati altresì notificati due ammonimenti per “stalking”, su richiesta delle parti offese, nei confronti di altri due uomini, rispettivamente, un trentenne forlivese ed un quarantenne autotrasportatore residente in Campania, che, non accettando la fine della relazione, hanno posto in essere condotte persecutorie nei confronti delle ex compagne, arrivando, addirittura, a compiere atti di autolesionismo oltre ad aver inviato ripetuti messaggi di minacce e offese e messo in atto comportamenti ripetuti e molesti, anche nottetempo, ingenerando stati di ansia nella vittima.

Il Questore, Claudio Mastromattei, proprio nella settimana dedicata alla “giornata internazionale sulla violenza sulle donne”, sabato 25 novembre, sottolinea l’importanza del provvedimento dell’ammonimento che, per la sua funzione preventiva, monitoria e dissuasiva finalizzata ad impedire che gli atti di violenza siano ripetuti all’interno delle mura domestiche o nell’ambito di una “relazione affettiva”, deve essere considerato uno strumento di fondamentale importanza che può evitare conseguenze irreparabili e che garantisce l’anonimato di chi ha effettuato la segnalazione.

Per tali motivi, Il Questore di Forlì-Cesena, anche alla luce del recentissimo provvedimento normativo che ha esteso e rafforzato le misure in tema di ammonimento, intende rivolgere alle donne vittime di violenza un appello a rivolgersi agli uffici delle Forze di Polizia confidando le loro preoccupazioni e rappresentando la condizione di “soggezione”, sollecitando al contempo tutti coloro (vicini di casa, colleghi, amici, conoscenti…) che comunque avessero contezza di episodi di violenza domestica affinchè segnalino tali condotte, nell’interesse delle donne che non trovano il coraggio di uscire da una relazione “malata”.

maltrattamenti

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×