Foggia, la Polizia di Stato esegue sette arresti a Cerignola

La Polizia di Stato, negli ultimi 10 giorni, ha tratto in arresto 7 soggetti, presunti responsabili, a vario titolo, di diversi reati.

Foggia, la Polizia di Stato esegue sette arresti a Cerignola.

Lo scorso 6 dicembre, il personale del Commissariato di P.S. di Cerignola ha tratto in arresto un uomo di 32 anni per evasione dagli arresti domiciliari, in quanto il 32enne era già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari perché presunto responsabile del reato di tentato omicidio. Nello specifico, i poliziotti si erano recati presso la sua abitazione per una notifica e ne scorgevano l’assenza. Infatti, l’uomo veniva trovato al piano terra dello stabile in cui insiste l’abitazione dello stesso. Per tale motivo, veniva tratto in arresto e successivamente la competente Autorità Giudiziaria, convalidando l’arresto, disponeva il rispristino della precedente misura cautelare.

Il giorno 7.12.2022, la Polizia di Stato ha tratto in arresto una persona di 34 anni, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari perché presunto responsabile dei reati di ricettazione e riciclaggio. Il provvedimento veniva emesso dal G.I.P. presso il Tribunale di Foggia, su richiesta della locale Procura, a seguito di indagini espletate dal personale del Commissariato P.S. di Cerignola, dirette e coordinate dalla locale Procura della Repubblica, le quali hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico del soggetto. In particolare, il 34enne veniva sorpreso all’interno di un autoparco con un’autovettura provento di furto. L’autovettura era stata riconosciuta dal legittimo proprietario, in quanto il soggetto aveva pubblicato un annuncio di vendita all’interno di un noto sito internet. Pertanto, poteva desumersi che il 34enne aveva acquistato un’identica autovettura incidentata e ne aveva riportato i dati sull’auto rubata.

In data 8.12.2022, veniva tratta in arresto una persona di 58 anni, presunta responsabile dei reati di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina. Il personale del Commissariato di P.S. di Cerignola, sorprendeva il soggetto mentre cedeva una dose di sostanza stupefacente. L’acquirente, al fine di eludere i controlli dei poliziotti, ingoiava la dose mentre gli agenti cercavano di bloccare il cedente, che opponeva una strenua resistenza, fino a procurare delle lesioni ad uno degli operatori. Successivamente, l’acquirente confermava di avere acquistato la sostanza per la somma di 15 euro rinvenuta sulla persona dell’arrestato. Lo stesso, dopo le formalità di rito, veniva sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione. In sede di udienza di convalida dell’arresto, l’Autorità Giudiziaria disponeva la misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla Polizia Giudiziaria ed obbligo di dimora con prescrizioni notturne.

Lo scorso 9 dicembre, veniva arrestato in flagranza di reato un soggetto di 54 anni, presunto responsabile del delitto di maltrattamenti in famiglia e di aver inosservato gli obblighi della sorveglianza speciale della P.S.. Nello specifico, la moglie si trovava negli Uffici del Commissariato P.S. di Cerignola per denunciare i maltrattamenti posti in essere dal coniuge, quando lo stesso le inoltrava messaggi contenenti minacce gravi, nonostante non potesse far uso del telefono cellulare a causa del suo status di sorvegliato speciale della P.S. con obbligo di soggiorno. Pertanto, il 54enne su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, veniva associato presso la Casa Circondariale di Foggia. In sede di udienza di convalida dell’arresto, all’uomo veniva applicata la misura cautelare della custodia cautelare in carcere.

Il giorno 11.12.2022, il personale del Commissariato di P.S. di Cerignola ha tratto in arresto un giovane di 21 anni, presunto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo hashish, cocaina e marijuana. Il soggetto, mentre viaggiava a bordo di un ciclomotore contromano, alla vista dei poliziotti che gli intimavano l’ALT, si dava a precipitosa fuga, dando luogo ad un lungo e pericoloso inseguimento che si concludeva con l’immobilizzazione e la messa in sicurezza del 21enne. Nel corso della perquisizione personale, lo stesso veniva trovato in possesso di 41 dosi di hashish, 4 cipolline di cocaina e 7 dosi di marijuana. L’arrestato, dopo le formalità di rito, veniva sottoposto agli arresti domiciliari, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria. In sede di udienza di convalida dell’arresto, al giovane veniva applicata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla Polizia Giudiziaria.

Lo scorso 15 dicembre, la Polizia di Stato ha tratto in arresto un giovane di 23 anni, in esecuzione di provvedimento di aggravamento della misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico a cui lo stesso si trovava sottoposto e contestuale accompagnamento presso la Casa Circondariale di Foggia, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria. Il provvedimento veniva emesso a seguito di puntuali segnalazioni da parte del Commissariato P.S. di Cerignola, scaturite da diverse violazioni degli obblighi cui il giovane era costretto.

Infine, in data 16.12.2022 la Polizia di Stato ha dato esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dall’Ufficio Gip del Tribunale di Foggia, su richiesta della locale Procura, a carico di un uomo di 47 anni, presunto responsabile del reato di tentato omicidio. L’attività di indagine condotta dal personale del Commissariato P.S. di Cerignola, diretta e coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia, ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza (accertamento compiuto nella fase delle indagini preliminari che necessita della successiva verifica processuale nel contraddittorio con la difesa) a carico del soggetto, il quale a seguito di un diverbio avuto con il genero, lo avrebbe accoltellato in zone vitali del corpo. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Foggia.

Va precisato che la posizione delle persone coinvolte nelle predette operazioni di polizia è al vaglio dell’Autorità Giudiziaria e che le stesse non possono essere considerate colpevoli sino alla eventuale pronunzia di una sentenza di condanna definitiva.

Foggia, la Polizia di Stato esegue sette arresti a Cerignola

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...