Serie A, Inter-Atalanta 1-0: tre punti da scudetto

Un Inter sporca e cinica passa a San Siro contro una buona Atalanta che fa la gara per 90 minuti ma viene punita dal colpo di testa di Skriniar.

Nelle partite, come nelle battaglie, bisogna scegliere le tattiche, gli uomini e i momenti. Bisogna sapere quando e come attaccare, come difendersi. Ci sono momenti in cui si decide che la chiave per conquistare lo scalpo degli avversari può essere una mossa di ingegno o di forza, e c’è anche la consapevolezza che la sofferenza è un’arma necessaria, forse fondamentale, per conquistare metri, campo. Per guadagnare la vittoria.
Vittoria dell’Inter che supera l’Atalanta al termine di una partita combattuta e di grande intensità. Primo tempo equilibrato con l’Atalanta però più propositiva e pericolosa da corner con Zapata e Djimsiti; in avvio di ripresa la rete di Skriniar spezza l’equilibrio, l’Atalanta continua a comandare il gioco ma non riesce a superare il muro eretto dalla capolista che resiste e porta a casa il match.
Con un solo tiro in porta nell’arco dei novanta minuti e grazie ad un prova che ha messo in risalto la forza del gruppo e della capacità di saper soffrire da grande squadra, l’Inter conquista la settima vittoria consecutiva in campionato e la decima, di fila, in casa.

IL TABELLINO : INTER-ATALANTA 1-0

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Marcatori: 54′ Skriniar (I)

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 2 Hakimi (33 D’Ambrosio 85′), 23 Barella, 77 Brozovic (5 Gagliardini 77′), 22 Vidal (24 Eriksen 53′), 14 Perisic (36 Darmian 85′); 9 Lukaku, 10 Lautaro (7 Sanchez 77′).
A disposizione: 97 Radu, 8 Vecino, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 15 Young, 99 Pinamonti.
Allenatore: Antonio Conte.

ATALANTA (3-4-2-1): 57 Sportiello; 2 Toloi, 17 Romero, 19 Djimsiti (6 Palomino 81′); 3 Maehle, 11 Freuler (88 Pasalic 81′), 15 De Roon, 8 Gosens; 32 Pessina (59 Miranchuk 73′), 18 Malinovskyi (72 Ilicic 46′); 91 Zapata (9 Muriel 70′).
A disposizione: 31 Rossi, 95 Gollini, 7 Lammers, 13 Caldara, 20 Kovalenko, 40 Ruggeri, 41 Ghislandi.
Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Ammoniti: Romero (A)

Arbitro: Mariani.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...