Lecco, Rinnovato l’accordo con il Centro di Promozione della Legalità

L'ente promuove l'educazione alle legalità di bambini, adolescenti e giovani cittadini

Lecco, Nella giornata di 18 Febbraio 2021 il Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni ha sottoscritto l’accordo di rete e di partenariato che vede l’adesione al CPL – Centro di Promozione della Legalità. Continua così l’impegno del Comune di Lecco per il contrasto all’illegalità e alle infiltrazioni della criminalità organizzata. Alla firma presente la professoressa Roberta Ausenda, referente dell’Istituto d’Istruzione Superiore G. Bertacchi di Lecco quale ente capofila.
Il CPL è una rete di Istituzioni scolastiche, Enti e Associazioni che crede nell’educazione alla legalità non solo come premessa culturale indispensabile, ma anche come concreta risposta all’incalzare del fenomeno criminale. Dal 2015 il Comune di Lecco aderisce al CPL con due finalità principali: educare alla legalità e sensibilizzare i bambini, gli adolescenti e i giovani cittadini sulle tematiche del contrasto alla corruzione e alla criminalità organizzata.

“Il Comune di Lecco ha rinnovato con profonda convinzione l’adesione alla rete del CPL – commenta il Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni –. Le inchieste e gli arresti di ‘ndrangheta delle ultime settimane in provincia, unitamente al pericolo d’infiltrazioni a seguito della crisi di liquidità in diversi settori della nostra economia, impongono alle Istituzioni di non abbassare la guardia e di fare rete con le realtà attive sul territorio. Partire dalle scuole con l’Educazione alla Legalità vuol dire mettere al centro gli studenti, consegnargli strumenti per avere consapevolezza della situazione, renderli coscienti del ruolo che possono avere, a partire dai piccoli gesti di ogni giorno, per essere primi promotori della legalità.”

Grazie alle precedenti amministrazioni, negli anni passati il Comune di Lecco ha aderito ad Avviso Pubblico e al Patto per la Sicurezza. Ha inoltre restituito alla comunità tre beni sequestrati alla criminalità organizzata: l’ex locale Wall Street, riconvertito nella Pizzeria della Legalità Fiore, l’appartamento di viale Adamello intitolato ad Angelo Vassallo, ora destinato ad un progetto di housing sociale e l’ex pizzeria Giglio, diventato il Giglio di Pescarenico, spazio di incontro, idee e progetti per i cittadini più anziani.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...