Milano, al via domani i laboratori d’ambito per proposte e modifiche al Piano Area e Clima

Si inizia con la “Milano connessa e altamente accessibile”. Il laboratorio sarà trasmesso su InComune – la Web Tv Radio del Comune di Milano. Lipparini: “Cittadini e portatori di interesse chiamati ad elaborare insieme all’Amministrazione proposte e modifiche sui quattro ambiti di sviluppo della città”

Milano, 24 novembre 2020 – Il Piano per l’Aria e per il Clima, lo strumento studiato e redatto dal Comune di Milano a tutela della salute e dell’ambiente, entra nel vivo della condivisione popolare con l’avvio dei laboratori di ambito in cui saranno coinvolti più di 200 tra enti, associazioni e aziende, portatori di interesse (gli stakeholder) della città. Il testo del Piano, suddiviso per azioni è stato approvato lo scorso 15 ottobre dalla Giunta e ha iniziato l’iter che lo porterà a breve all’esame della Commissione e del Consiglio comunale che dovrà approvarlo. 

Il percorso di partecipazione cittadina si sta svolgendo in parallelo con il percorso istituzionale – amministrativo del testo del Piano. Il suo obiettivo è di rendere le azioni in esso proposte più vicine alle esigenze della città e dei suoi abitanti e soprattutto condivise da chi ha interesse e desiderio di essere parte attiva e sostenitore di una transizione ambientale necessaria e decisiva.

Da domani, mercoledì 25 novembre, più di 200 stakeholder, si confronteranno on line in quattro laboratori di ambito, dedicati ad approfondire i contenuti delle azioni previste dagli specifici ambiti del Piano Aria e Clima e a sapere cosa ne pensano enti, associazioni e organizzazioni della città. Il primo sarà il laboratorio di ambito “Milano connessa e altamente accessibile”. 

“Il percorso partecipativo che accompagna l’adozione del PAC è in pieno svolgimento – ha dichiarato l’assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data, Lorenzo Lipparini – e sta coinvolgendo, passo dopo passo, migliaia di cittadini. Abbiamo cominciato con una attività di ascolto attraverso il questionario proposto la scorsa estate, ed entrano ora nel vivo gli incontri di illustrazione e di partecipazione attiva, come i prossimi laboratori tematici che seguiranno agli incontri realizzati con i Municipi. Ad animarli saranno i rappresentanti di tutte le realtà interessate ai temi legati all’ambiente, alla mobilità, all’energia e al verde che hanno risposto al nostro appello pubblico e che con il loro impegno possono fare davvero la differenza. Siamo convinti che questo percorso di elaborazione condivisa del documento possa generare un Piano di vasta portata ed efficacia, garantendo un concreto processo di transizione ambientale”.
Questo il calendario della città: mercoledì 25 novembre “ – Ambito 2: Milano connessa e altamente accessibile; giovedì 3 dicembre “Ambito 3: Milano a energia positiva”; giovedì 10 dicembre “Ambito 4: Milano più fresca”; venerdì 11 dicembre “Ambito 1: Milano sana e inclusiva”. Tutti gli incontri si svolgono online e possono essere seguiti in diretta o rivisti su InComune – la Web Tv Radio del Comune di Milano. Al termine di ogni incontro i partecipanti compileranno il Questionario di gradimento.

Al primo laboratorio si sono iscritti: Assimprendil – ANCE, Assoedilizia, Systematica, Confesercenti, ATM, Metro Ricerche, CGIL Lombardia, Associazione CURE, Associazione ELSA ODV, Associazione FAS , Ciclo Pedale Milanese ASD MT , Cittadini per l’Aria, Milano Bicycle Coalition ASD, Milano Smart Park, Legambici, Associazione Ciclochard , Smartventure srl, ACI Milano, Pwc, Microsoft , Coordinamento Comitati Milanesi, IBM Italia Spa, Green Building Council, Genitori antismog, Università Milano Bicocca, Poliedra, COOP Lombardia, Mobility Manger Unimi, Ordine degli Architetti, A2A Spa, TOM TOM, Clear Channel, Università Bicocca Director of the Second Level Master’s in Sustainable Development Jobs, Full professor of Urban Studies, Assimprendil ANCE Direttrice Generale, SAP Italia, Alsea Segretario Generale, Philips, Confartigianato – Presidente della Sezione APA Confartigianato Imprese di Milano, Bus For Fun e Altroconsumo. 

I risultati del percorso partecipativo, così come tutto il materiale informativo e la documentazione relativi al Piano che sono già stati pubblicati, saranno consultabili sulla piattaforma Milano Partecipa. Tra i testi pubblicati anche il Patto di Partecipazione che stabilisce come i cittadini possono partecipare e saranno rappresentati con le loro proposte. 

La piattaforma permetterà di osservare il Piano nella sua interezza, condividendo tutti i documenti testuali che lo compongono, così da poter essere commentati, integrati e discussi dai singoli cittadini, prima dell’approvazione del Pac da parte del Consiglio Comunale.

La prima fase del percorso partecipato “L’ascolto preliminare della città” si è svolta questa estate con la partecipazione dei milanesi al questionario “Cittadini e cambiamenti climatici: un’analisi esplorativa”. I partecipanti sono stati circa 10.000 e 7.500 i cittadini che hanno portato a termine il questionario completando tutte le domande: l’esito della consultazione è stato pubblicato a fine settembre nella sezione allegati nella sezione dedicata al Piano Aria e Clima del sito del Comune di Milano: https://www.comune.milano.it/piano-aria-clima

La seconda fase di consultazione si è iniziata il 10 di novembre con il primo incontro territoriale – online dalle 18.30 alle 20.30 – al Municipio 3. Continuerà per tutto il mese di novembre e la prima settimana di dicembre con appuntamenti di presentazione in ogni Municipio. I prossimi incontri previsti sono martedì 24 novembre (Municipio 9); giovedì 26 novembre (Municipio 1); martedì 1° dicembre (Municipio 4) e mercoledì 2 dicembre Municipio 7). Anche questi incontri possono essere visti in diretta o rivisti InComune – la Web Tv Radio del Comune di Milano. Dal primo appuntamento in Municipio 3 con una cinquantina di persone connesse e 550 visualizzazioni sul canale YouTube siamo arrivati a circa 250 persone collegate in diretta e 1.500 visualizzazioni.

Ricordiamo che le linee di indirizzo per l’avvio del procedimento di elaborazione del Piano Aria e Clima sono state approvate dalla Giunta comune il 4 ottobre 2019 (con Deliberazione n. 1653. Parte delle attività del Piano Aria e Clima sono state sviluppate all’interno del progetto europeo “Deep Demonstration Milan | EIT Climate – KIC”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...