Zelenskyi alla Camera: “Fate il possibile per garantire la pace” e poi “immaginate la vostra Genova completamente bruciata”

Il presidente ucraino è stato accolto da forti applausi

Zelenskyi alla Camera: “Fate il possibile per garantire la pace” e poi “immaginate la vostra Genova completamente bruciata”.

Nella giornata di martedì 22 marzo 2022, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyi ha fatto un discorso alla Camera dei Deputati, collegato tramite video, che è durato circa 11 minuti. Il discorso è stato oggetto di grande speculazione negli ultimi giorni, tanto che alcuni politici – sebbene pochi – si sono rifiutati di partecipare.

Zelenskyi, introdotto dal Presidente della Camera Roberto Fico e accolto da forti applausi, ha fatto appello ai politici italiani affinché facciano il “possibile per garantire la pace” e ha accusato la Russia, dicendo che il suo obiettivo è l’Europa e che vuole “influenzare la vostre vite e avere il controllo sulla vostra politica”.

Parlando della situazione del conflitto, Zelenskyi ha spiegato che “a Mariupol non c’è più nulla” ed è “al limite della sopravvivenza”. Per richiamare l’attenzione dei deputati, ha chiesto di immaginare “la vostra Genova completamente bruciata”. Zelensky ha riportato anche una discussione col Papa, che gli ha mostrato solidarietà e a cui ha detto che il popolo ucraino “è diventato esercito quando ha visto che male porta con sé il nemico”.

Nel corso del discorso, il presidente ucraino ha spiegato come l’Ucraina sia una delle maggiori produttrici di grano, e di come questo sia impossibile da coltivare sotto le bombe, preannunciando un aumento dei costi di questa materia prima. Quindi Zelenskyi ha insistito sulla necessita di convincere la Russia a fermare le operazioni militari, aiutando l’Ucraina con armi e con l’istituzione di ulteriori sanzioni che colpiscano la Russia ed in particolare gli oligarchi vicini a Putin.

Infine Zelesnky ha anche ringraziato l’Italia per l’accoglienza ai profughi, che ad oggi sono “60mila ucraini in Italia, 25mila bambini”.

 

 

 

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...