fbpx
CAMBIA LINGUA

Modena: la scuola va in città, a teatro “il cielo fa da sfondo”.

Ancora posti disponibili per l'esclusivo spettacolo di Ert in programma allo Storchi venerdì 6 ottobre. Tre riflessioni per diventare grandi tra danza, teatro e musica.

Modena: la scuola va in città, a teatro “il cielo fa da sfondo”.

Dal Teatro Storchi alla Tenda, dal Teatro Tempio alla Delfini: “Prendersi cura delle nuove generazioni: la scuola va in città”, dal 5 al 7 ottobre a Modena, parlerà anche il linguaggio dell’arte coniugato nella musica, nella danza e nel teatro.
Il cielo fa da sfondo” è il titolo dell’esclusiva serata evento organizzata insieme a Emilia Romagna Teatro Ert/Teatro Nazionale in programma venerdì 6 ottobre alle 21 al teatro Storchi, uno spettacolo che parla innanzitutto ai giovani: tre riflessioni sul diventare grandi, in una condivisone tra artisti e spettatori attraverso i linguaggi della danza, del teatro e della musica.
Si parte da “Eclissi Dal buio alla luce” Azione danzata per le performers de Le parole del corpo, corso di Alta formazione di Drammaturgia fisica, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo, Regione Emilia-Romagna, a cura di Michela Lucenti coreografa e danzatrice fondatrice della compagnia Balletto Civile. Poi il sole lascerà spazio più al cielo e all’indagine attraverso la parola e la scrittura letteraria con il reading di Noemi Grasso, attrice e cantante diplomata alla Scuola del Teatro Stabile di Torino. Il terzo atto dello spettacolo è affidato alla voce straordinaria di Casadilego in concerto, la giovanissima cantautrice vincitrice di X Factor 2020 e protagonista dello spettacolo “Lazarus” di David Bowie e Enda Walsh, nella versione italiana di Valter Malosti.
L’evento è gratuito con assegnazione del posto. Terminata la fase in cui è stata riservata la precedenza ai ragazzi dai 14 ai 19 anni, le prenotazioni del posto sono ora aperte a tutti utilizzando il link https://bit.ly/mfs_spettacolo_ilcielofadasfondo o direttamente alla biglietteria del Teatro Storchi.
Altri appuntamenti con arte, musica e teatro sono giovedì 5 ottobre alle 19 al Teatro Tempio con “L’oca Loca”, spettacolo musicale a cura di Aps Gli insuperabili in collaborazione con il Liceo Scienze Umane Sigonio. Sul palco un “Gioco dell’oca” reinventato e trasformato dove Gli Insuperabili si alternano tra performance musicali, orchestrazioni e recitazioni divertendo e divertendosi con il pubblico. L’associazione di promozione sociale Gli insuperabili e il liceo Sigonio promuovono da anni un progetto di integrazione sociale e scolastica rivolto a studenti ed ex studenti del liceo. Cooperazione, divertimento, musica e inclusione sono la base di tutte le attività proposte.
Mentre sul palco della Tenda di viale Monte Kosica venerdì 6 ottobre alle 18.30 va in scena il concerto “Percorsi Sonori” a cura di Modena Moltimondi, l’Orchestra multiculturale formata da studenti e studentesse delle scuole superiori modenesi Venturi, Cattaneo Deledda, Ipsia Corni e Muratori. L’orchestra propone brani provenienti da differenti generi e tradizioni su un progetto a cura di Michele Bonifati, Simone Di Benedetto, Giulio Stermieri.
Infine, per i più piccoli ma non solo, sempre venerdì 6 ottobre alle 21, l’appuntamento è presso il Chiostro della biblioteca Delfini con “I bestiolini”, spettacolo di teatro disegnato sotto le stelle, con Gek Tessaro, a cura di Festival Passa la parola (in caso di maltempo l’evento si terrà nella Sala Conferenze).
https://www.comune.modena.it/salastampa/archivio-comunicati-stampa/2023/10/la-scuola-va-in-citta-2-2013-a-teatro-201cil-cielo-fa-da-sfondo201d

Modena: la scuola va in città, a teatro “il cielo fa da sfondo”.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp
×