Varese, controllo del territorio da parte della Polizia: sanzionati eventuali inosservanze dei divieti di assembramento e spostamento fuori dal comune di residenza senza giustificato motivo

Varese, Lo scorso sabato sera è stato notato un assembramento di ragazzi in via Zappellini, in una zona nella quale si registrano fenomeni di degrado e spaccio. All’avvicinarsi della pattuglia, due ventenni si sono dati alla fuga, ma sono stati raggiunti poco dopo dagli agenti che hanno trovato addosso a uno di loro della sostanza stupefacente di tipo hashish. I due hanno asserito di risiedere a Busto Arsizio senza però fornire alcun documento a conferma delle generalità dichiarate. Solo nel momento in cui si è proceduto alla loro identificazione tramite impronte digitali, è emersa la falsità dell’identità dichiarata da uno dei due giovani, risultati entrambi domiciliati fuori città. Un ragazzo è stato segnalato quale assuntore di sostanza stupefacente mentre il secondo è stato denunciato per false dichiarazioni a pubblico ufficiale sull’identità.
Domenica pomeriggio, ultimo giorno prima dell’ingresso in Zona Rossa, il controllo di un’autovettura in transito al confine comunale con Castellanza ha permesso di constatare che nessuno dei due occupanti, residenti nel milanese, aveva un valido motivo per trovarsi in città.
Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building
I due, poco più che trentenni, sono apparsi particolarmente nervosi ed è stato sufficiente accennare alla direzione di provenienza perché il passeggero consegnasse la sostanza stupefacente acquistata poco prima, quasi quattro grammi tra marijuana e hashish, sequestrati amministrativamente al giovane, il quale è stato segnalato dagli agenti alla Prefettura quale consumatore.
Le ulteriori restrizioni dovute all’ingresso in Zona Rossa, infine, non sono state sufficienti per un trentenne residente anch’egli nel milanese, a farlo desistere dall’attività di spaccio in città.
Nella prima mattinata di lunedì il comportamento del giovane, non troppo disinvolto al passaggio della Volante, ha spinto gli operatori ad approfondire il controllo permettendo di trovare e sequestrare un sacchetto di plastica con quasi 7 grammi di marijuana che questi teneva con sé e di cui era in grado di dichiarare l’esatto peso. Vista la precisione dell’indicazione è apparso opportuno agli agenti procedere ad un controllo anche presso l’abitazione del fermato dove sono stati trovati e sequestrati quasi 60 grammi di marijuana conservati in un sacchetto di plastica insieme ad un bilancino portatile elettronico, elementi che, insieme ai messaggi ricevuti dal pusher con chiare richieste di consegne di stupefacente, hanno fatto scattare la denuncia per detenzione ai fini di spaccio.
Alle cinque persone controllate è stata contestata anche la violazione amministrativa con conseguente sanzione pecuniaria per l’inosservanza del divieto di spostamento.

LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...