Udine, arrestato al primo giorno di lavoro: deve ancora espiare 3 anni per bancarotta

Udine, gli agenti della Polizia di Stato in forza al Reparto Prevenzione Crimine di Milano, che coadiuvano quelli della Questura udinese nei servizi di controllo del territorio disposti dal Questore di Udine e finalizzati a prevenire e reprimere il fenomeno dell’immigrazione clandestina nella provincia, nella mattinata di ieri hanno arrestato un cittadino italiano 50enne, residente in altra regione.
Durante il pattugliamento delle strade che conducono al capoluogo, poco dopo le ore 09.00, l’attenzione degli agenti è stata richiamata da un furgone bianco, con targa straniera, con a bordo due uomini.
Fermato il mezzo, dagli accertamenti esperiti è emerso che il conducente, un cittadino ligure 50enne, doveva espiare 3 anni di reclusione a seguito di condanna per reati fallimentari e bancarotta: lo stesso aveva iniziato il primo giorno lavorativo come autista per una ditta di export intestata al passeggero, altro cittadino italiano.
L’uomo è stato arrestato e tradotto in carcere. I controlli proseguiranno anche nelle prossime settimane.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...