Teramo, il vicino denuncia la festa clandestina: 17 giovani sanzionati

Teramo, continuano con assiduità i controlli della Polizia di Stato per il rispetto delle disposizioni per combattere l’emergenza Covid-19.
Sono soprattutto i più giovani in questo periodo a dover essere monitorati, anche in relazione a fenomeni di assembramento spontaneo nei pressi dei bar maggiormente frequentati prima della pandemia.

Sabato notte un solerte cittadino, attirato da schiamazzi verosimilmente dovuti a un “ritrovo” all’interno di un appartamento di un immobile, anche distante, in questa via Stazio ha allertato il “113”che, immediatamente, ha inviato in quella via le due Volanti di servizio di prevenzione e controllo del territorio.

I poliziotti hanno individuato l’immobile da cui proveniva il frastuono, localizzato ad un piano alto di in una palazzina.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Al suono del campanello gli occupanti dell’appartamento hanno immediatamente cessato ogni rumore, quasi a farlo credere disabitato. L’insistenza degli Agenti, che ne chiedevano l’apertura, ha fatto desistere il locatore che ha consentito l’accesso all’interno: quì gli Agenti hanno riscontrato la presenza di 17 giovani, con età media tra i 18 e i 22 anni, di varie nazionalità: italiani, spagnoli e cittadini nigeriani.
Dopo la compiuta identificazione, tutti i giovani sono stati regolarmente sanzionati per aver infranto il divieto di assembramento.
L’azione di controllo, che soprattutto i piu giovani risulta poco gradita, rimane tuttavia assolutamente necessaria per tutelare la salute pubblica con il rispetto delle disposizioni vigenti.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...