Ragusa, evade gli arresti domiciliari e picchia la madre: arrestato due volte in 24 ore a Ispica

Ragusa, efficace e tempestiva la risposa dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Modica che nel pomeriggio del 12 ottobre hanno tratto in arresto E.G., 37enne ispicese, celibe, disoccupato, pluripregiudicato per reati afferenti alla normativa sugli stupefacenti nonché contro la persona e il patrimonio. I militari dell’Arma, nell’ambito di un servizio perlustrativo nella località Marina Marza in Ispica, allertati da un cittadino riguardo ad un tentativo di furto in abitazione appena consumatosi, procedevano senza indugio alle ricerche dell’autore, intercettandolo infine nelle vicinanze, mentre si dava alla fuga in sella alla propria bicicletta. Bloccato e perquisito, il soggetto veniva trovato in possesso degli arnesi utilizzati poco prima per forzare il portone della villetta nella quale aveva provato ad introdursi. Dichiarato in stato di arresto nella flagranza del reato di furto in abitazione e ristretto in regime di arresti domiciliari, E.G. nella mattina del 13 ottobre, a distanza di poche ore dal precedente reato, evadeva dalla propria abitazione scagliandosi, per futili motivi, contro l’anziana madre e colpendola con calci e pugni, le cagionava ferite al volto. Intervenuti prontamente sul posto, i Carabinieri della Compagnia di Modica soccorrevano la signora e traevano nuovamente in arresto E.G., ritenuto questa volta responsabile dei reati di evasione, maltrattamenti contro familiari e lesioni personali. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa a disposizione della competente A.G.

L’immediato intervento dei Carabinieri ha evitato certamente che le condotte del reo potessero avere ben più gravi conseguenze sulla donna.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...