Milano, attivata la sperimentazione Motosoccorso con la Polizia di Stato e AREU

Dal 24 ottobre i motosoccorritori sono intervenuti per più tipologie di eventi contando 38 soccorsi nella prima settimana

Milano, attivata la sperimentazione Motosoccorso con la Polizia di Stato e AREU.

È cominciata il 24 ottobre la sperimentazione che prevede l’impiego di un motoveicolo a tre ruote con a bordo due soccorritori per gli interventi di soccorso sanitario nel centro della città di Milano, con l’integrazione dei mezzi preesistenti.

È stata la Questura di Milano a mettere a disposizione, da un paio di giorni, una pattuglia del Reparto Motociclisti Nibbio in affiancamento al motoveicolo dedicato all’emergenza sanitaria un supporto operativo. Si tratta di un importante supporto operativo di cui si avvale il progetto sperimentale.

L’equipaggio della Motosoccorso e la pattuglia della Polizia di Stato stazionano insieme in Piazza Duomo e vengono attivati contemporaneamente in caso di richiesta di soccorso sanitario, durante la prima fase di sperimentazione.

La notevole esperienza tecnica dei poliziotti motociclisti, pronti a condurre moto di servizio in emergenza anche in situazioni di traffico cittadino facilita i motosoccorritori che vengono costantemente supportati dagli agenti delle pattuglie motomontate.

Al termine dei primi due mesi dell’iniziativa sarà possibile valutare gli esiti del progetto; già i primi due giorni forniscono dati significative circa l’operatività.

La Motosoccorso, attiva da lunedì a venerdì nella fascia oraria diurna (10.00 – 18.00), è stata adoperata dal 24 al 28 ottobre per 38 interventi di soccorso sanitario, con una media di circa 7 missioni al giorno. I motosoccorritori sono intervenuti per svariate tipologie di eventi, sia medici che traumatici (malori, cadute, incidenti stradali), gestendo le prime fasi dei soccorsi o a supporto di altri mezzi già in posto.

Milano, attivata la sperimentazione Motosoccorso con la Polizia di Stato.

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...