fbpx
CAMBIA LINGUA

Ozzano dell’Emilia: deferito 34enne per lesioni aggravate e coltivazione di sostanze stupefacenti

I Carabinieri hanno recuperato complessivamente: 3 piante di Cannabis con altezza variabile tra i 50 e i 75 cm circa, un involucro in cellophane contenente frammenti di Hashish, 1 bilancino elettronico di precisione.

Ozzano dell’Emilia: deferito 34enne per lesioni aggravate e coltivazione di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri della Stazione di Ozzano dell’Emilia hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Bologna un 34enne italiano, celibe, disoccupato, pregiudicato, per lesioni personale aggravate e coltivazione di sostanze stupefacenti.

L’attività che ha portato alla denuncia dell’uomo si è svolta nella tarda serata a seguito di una telefonata di aiuto giunta alla Centrale Operativa di Bologna, da parte di una donna italiana sulla cinquantina, la quale ha segnalato ai militari di avere avuto una lite con il compagno a casa sua e, nella circostanza, era stata percossa.

Prima di essere soccorsa dai sanitari del 118 e successivamente trasportata al pronto soccorso per gli approfondimenti medici del caso, la donna ha riferito ai militari che il proprio compagno aveva una serra e coltivava della droga; insospettitisi, l’hanno perquisito.

Nella disponibilità del 34enne, i Carabinieri hanno recuperato complessivamente: 3 piante di Cannabis con altezza variabile tra i 50 e i 75 cm circa, un involucro in cellophane contenente frammenti di Hashish, 1 bilancino elettronico di precisione, 1 serra completa di impianto di illuminazione, aereazione ed irrigazione utilizzata per la coltivazione domestica delle piante.

Quanto rinvenuto è stato tutto sequestrato e la droga consegnata al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti (L.A.S.S.) del Comando Provinciale Carabinieri di Bologna; la donna, invece, ha riportato una prognosi di venti giorni.

Ozzano dell'Emilia: deferito 34enne per lesioni per lesioni aggravate e coltivazione di sostanze stupefacenti.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Riproduzione riservata © Copyright La Milano