Vicenza, festa della donna, una rassegna di eventi fino a fine aprile per la Giornata dell’8 marzo

Giornata internazionale della donna, che ricorre l’8 marzo, prende il via sabato 5 marzo per svilupparsi fino al 29 aprile

Vicenza, festa della donna, una rassegna di eventi fino a fine aprile per la Giornata dell’8 marzo.

Incontri, testimonianze e spettacoli: il ricco calendario per la Giornata internazionale della donna, che ricorre l’8 marzo, prende il via sabato 5 marzo per svilupparsi fino al 29 aprile. Il programma è frutto della collaborazione tra l’ufficio per le pari opportunità del Comune di Vicenza, la Consulta comunale per le politiche di genere e le associazioni femminili attive sul territorio.

Le iniziative previste per la Festa della donna sono state presentate oggi dall’assessore con delega alle pari opportunità Valeria Porelli e dalla vicepresidente della Consulta Annalisa Zanon. Erano presenti anche le rappresentanti delle associazioni coinvolte.

“Il Comune di Vicenza e la Consulta per le politiche di genere – ha spiegato l’assessore Valeria Porelli – organizzano eventi tutto l’anno per sostenere le pari opportunità. In occasione dell’8 marzo è stato fatto un lavoro importante per proporre una rassegna che, dopo due anni di pandemia, ha la stessa ricchezza del periodo precedente al Covid. In programma ci sono eventi consolidati e anche nuove iniziative, tutti a ingresso libero con richiesta di prenotazione, ad eccezione degli eventi alle Gallerie d’Italia di Palazzo Leoni Montanari che offriranno l’ingresso ridotto al pubblico femminile. Quest’anno viene, inoltre, promosso per la prima volta il progetto “Stickering 1522”, grazie al quale le associazioni potranno attaccare in spazi pubblici e di grande affluenza gli adesivi con il numero 1522, il contatto anti violenza e stalking”.

Al progetto “Stickering 1522”, ideato dall’e-club Si EmpowerNet Milano, hanno aderito la Consulta per le politiche di genere e l’associazione Soroptimist International. L’obiettivo è di diffondere la conoscenza del numero di pubblica utilità 1522, con il quale è possibile denunciare la violenza di genere e supportare le associazioni e le realtà che aiutano donne vittime di abusi. Gli adesivi sono dotati anche di un Qr code, dove trovare informazioni e i centri antiviolenza presenti nel territorio. Gli sticker distribuiti saranno cento.

Si parte dunque il 5 marzo con “Il Circo delle pulci – Rassegna del vintage remake & handmake”, dalle 9 alle 19 in piazzale De Gasperi. L’evento, organizzato dall’associazione culturale Pandora e dall’assessorato alle attività produttive del Comune di Vicenza ospiterà, insieme agli artigiani, alcuni stand di solidarietà al femminile, tra cui quello dell’associazione Donna chiama Donna e dell’associazione Donne CreAttive.

Il 7 marzo, dalle 15.30 alle 17.30, si terrà l’incontro “L’empatia è donna – testimonianze, musica e poesia”, nella sala dell’Arco di Palazzo delle Opere Sociali. Il Centro Italiano Femminile di Vicenza (C.i.f) dedica la giornata a tutte le donne che in qualità di medici e infermiere sono state vicine ai malati assistendoli con affetto, competenza ed empatia. Interverranno l’infermiera Olga Gomitolo, che porterà la sua testimonianza sul profondo rapporto umano che si instaura tra il personale sanitario e il paziente, e Rossana Agnolin, grafologa e scrittrice che leggerà alcune poesie. L’incontro sarà allietato dall’esibizione musicale all’arpa della musicista Elena Bellon.
Le Gallerie d’Italia di Palazzo Leoni Montanari, dove è in corso la mostra “Come saremo. L’Italia che ricostruisce”, che presenta una serie di scatti tratti dall’archivio Publifoto di Intesa Sanpaolo, propongono due appuntamenti dedicati, con ingresso ridotto, per il pubblico femminile.

Il 6 marzo alle 17 e alle 19 si terrà lo spettacolo teatrale “Enciclopedia della donna perfetta”, un divertente stupidario per aspiranti fidanzate, mogli e madri ideali di Stefania Carlesso, con Evarossella Biolo e Stefania Carlesso, in collaborazione con Dedalofurioso.

L’8 marzo alle 11,30, 14, 17, e 18 si svolgerà la visita tematica guidata “No country for women? Non è un paese per donne? Il cammino accidentato delle donne nel dopoguerra nelle immagini dell’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo”. Racconto di Barbara Costa, responsabile dell’archivio storico Intesa Sanpaolo e supervisore scientifico della mostra.

L’8 marzo, il giorno della Festa, sono previsti tre eventi.
Nella loggia del Capitaniato l’associazione Donna Chiama Donna offrirà, dalle 8 alle 18, le primule gialle per raccogliere fondi a favore del Centro Antiviolenza del Comune. Collaboreranno l’associazione Amici del Quinto piano, la Fondazione San Bortolo e il Centro culturale Islamico Ettawbavi, con l’offerta di dolci tradizionali, te e pane arabo.
Al teatro Astra, alle 16, andrà in scena “L’amore che non è”, spettacolo in atto unico di Gianpaolo Trevisi con la regia di Enzo Rapisarda. organizzato da Auser provinciale di Vicenza e Auser Veneto in collaborazione con la Nuova Compagnia teatrale.
Concluderà la giornata “Donne con – Provocazioni per abitare il futuro”, un evento religioso di preghiera al femminile proposto dall’associazione Presenza Donna, alle 20.30 alla chiesa San Carlo di Villagio del Sole. Tre giovani donne accompagneranno una riflessione biblica ed esistenziale legata a tre ambiti posti in rapporto alla fatica della chiesa nel cammino sinodale: l’intercultura, la famiglia, la teologia delle donne.

Gli eventi proseguiranno con il convegno dell’11 marzo, alle 17 nella sala degli Stucchi di Palazzo Trissino, “Alto potenziale cognitivo e scuola”. L’incontro, proposto dalla Consulta per le politiche di genere e delle pari opportunità, spiegherà agli insegnanti le peculiarità di bambini e ragazzi plusdotati e l’importanza di supportali. Interverranno Ermelinda Maulucci e David Polezzi, modererà l’assessore Valeria Porelli.

Spazio al cinema con il cortometraggio “Il coraggio delle donne: di Fuoco e D’Ombra. Un ritratto di vicentine di spicco che hanno agito, governato, influenzato la loro epoca”, il 12 marzo alle 20.30 all’auditorium dei Carmini. La regia è di Joussef DaLima e i testi sono di Rossella Menegato. Intervengono Rossella Menegato e Manuela Brocco. L’evento è organizzato dall’associazione culturale L’Ideazione, dall’associazione Donne Medico e da Città delle Donne. Le associazioni Ideazione e Donne Medico sono inoltre tra i promotori del progetto in partenza “Pari non uguali”, rivolto alle scuole primarie e incentrato sulla destrutturazione delle fiabe tradizionali.

Il 17 marzo appuntamento con “Donne e madri in carcere: la doppia punizione”, alle 20.30 ai chiostri di Santa Corona. L’associazione Moica, in collaborazione con la Consulta per le politiche di genere e delle pari opportunità, propone un’analisi della situazione delle donne all’interno di carceri prive di strutture idonee all’accoglimento di minori. La relatrice sarà la professoressa Francesca Vianello, associata di Sociologia del diritto e della devianza presso l’Università di Padova.

“Anima diAmante”, è il libro che verrà presentato il 29 aprile, alle 17 nella sala degli Stucchi di Palazzo Trissino, scritto da Rossana Tescaroli sui temi della truffa affettiva, della manipolazione e del crimine informatico, in collaborazione con l’associazione Acta – Azione Contro Truffe Affettive e Lotta Cybercrime.

Per maggiori informazioni: https://www.comune.vicenza.it/vicenza/eventi/evento.php/308299

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...