fbpx

Arezzo, “Stop amianto”: lo scorso anno ad Arezzo raccolti quasi 13.000 chilogrammi

L’amministrazione comunale conferma il progetto “Stop Amianto” che viene svolto da Sei Toscana

Arezzo, “Stop amianto”: lo scorso anno ad Arezzo raccolti quasi 13.000 chilogrammi.

Nel 2021, tramite il servizio “Stop amianto” promosso da Sei Toscana, nel comune di Arezzo ne sono stati raccolti e gestiti correttamente circa 13.000 chilogrammi.

“Il bilancio è assolutamente positivo – commenta l’assessore all’ambiente Marco Sacchetti – con una crescita costante di richieste. Dal 2019, anno di attivazione, a oggi, più di 160 cittadini hanno usufruito del servizio, permettendo di smaltire correttamente, a costi contenuti, quasi 34.000 chilogrammi di materiale. Per questo abbiamo deciso di confermare il servizio anche per il 2022 con il duplice obiettivo di aumentare la corretta gestione dei rifiuti e tutelare l’ambiente, rafforzando l’impegno che abbiamo sempre portato avanti sul fronte della raccolta differenziata”.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Il servizio “Stop amianto” offre la possibilità ai privati cittadini di contribuire al benessere collettivo e al decoro della città in modo semplice ed economico, potendo rimuovere in autonomia l’amianto presente negli ambiti di pertinenza domestica o nei locali di altro genere. Il cittadino che accede al servizio è impegnato in prima persona nello smaltimento del materiale, con un kit per l’auto-rimozione fornito da Sei Toscana contenente tutti i dispositivi di protezione individuale e i materiali idonei per l’imballaggio.
Con il kit sarà fornito anche un manuale con tutte le istruzioni per l’uso che i cittadini dovranno seguire in maniera puntuale.

È inoltre disponibile il video tutorial che spiega tutte le operazioni da fare in completa sicurezza: https://www.youtube.com/watch?app=desktop&v=nBfWabBBUQc.

In base alle modalità preventivamente condivise fra l’amministrazione comunale e Sei Toscana, i cittadini possono fare richiesta del servizio compilando la domanda redatta su apposito modello e inviandola mediante PEC all’indirizzo comune.arezzo@postacert.toscana.it o, in alternativa, recapitandola a mano o mediante servizio postale presso il protocollo in piazza Amintore Fanfani 1.

Una volta ricevuta la richiesta, e verificata la fattibilità tecnica dell’operazione di auto-rimozione secondo quanto disciplinato dalle linee guida della Regione Toscana, il Comune procederà a verificare la corretta iscrizione nei ruoli TARI e la regolarità dei pagamenti del tributo da parte dei richiedenti. Sarà poi Sei Toscana a comunicare le modalità di consegna del kit necessario al confezionamento del rifiuto e le modalità di ritiro.
Per tutte le informazioni: https://www.comune.arezzo.it/rimozione-smaltimento-rifiuti-contenenti-amianto-provenienti-civili-abitazioni.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×