fbpx
CAMBIA LINGUA

Trekking: tra scarpe e attrezzi, i migliori da usare

Trekking: tra scarpe e attrezzi, i migliori da usare.

Il trekking è una disciplina sportiva facile da attuare, grazie anche alla sua economicità. Bastano pochi accessori ed è possibile accedere a sentieri anche impervi: ma con una buona organizzazione anch’essi risulteranno agevoli.
Il portale Idealo ha compiuto un’analisi per individuare le scarpe più idonee per le varie discipline, che oltre al trekking contemplano l’hiking e l’alpinismo. L’hiking si esegue su sentieri facili e su terreni erbosi o collinari, e in tal caso si dovrà puntare su suole leggere e morbide, che forniscono una buona libertà di movimento, e che garantiscono tempo, resistenza e durata.

Le scarpe da alpinismo o da trekking sono pensate per percorsi lunghi e difficili, con terreni rocciosi e accidentati: le suole sono più rigide, in grado di proteggere il piede e di assicurare una buona aderenza. Ad esempio, le suole Vibram sono apprezzate da escursionisti e alpinisti per la loro resistenza e per l’ottima presa sul terreno.

Gli accessori e attrezzi necessari per il trekking

Le attrezzature da acquistare sono pantaloni, magliette termiche, giacche, scarpe, calze. Gli accessori sono fondamentalmente otto: zaino, caricabatteria portatile, coltello multiuso, torca, GPS-mappa, borraccia, binocolo, kit di pronto soccorso.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Come iniziare a fare trekking

Seguendo i consigli di vari esperti, è meglio iniziare a fare escursioni in montagna in compagnia, anche con gruppi e associazioni. Occorre preferire l’abbigliamento a cipolla, e non uscire da casa senza la carta topografica: la cartacea è da prediligere, perché permette di comprendere dove ci si trova nello spazio. Gli scarponi da trekking devono avere una buona suola, per evitare scivoloni e lesioni; la borraccia è essenziale, così come gli occhiali scuri – meglio se con lenti polarizzate.

Dove fare escursioni in Italia

Monesi di Triora si trova nel ponente Ligure, quasi al confine con la Francia: è in provincia di Imperia. Qui si alternano paesaggi montuosi e collinari, che diradano al mare. D’estate è punto di avvio per il trekking e passeggiate: la Via del Sale è un percorso sterrato che collega le Alpi Piemontesi e Francesi al Mare Ligure, con 40 chilometri di strade sterrate. Si può giungere nella suggestiva Grotta dei Falsari: è un anfratto di roccia affacciato sul mare con una apertura semicircolare di 25 metri di diametro. Tale percorso è ideale per un trekking in inverno o nelle mezze stagioni, e può essere seguito anche dai bambini.

Trekking in Italia centrale

Il Monte Terminillo nel Lazio – a 2217 metri di altezza – è un’ottima location per effettuare trekking. È possibile camminare con le luci del tramonto che si riflettono sulla neve. Si procede – con guide esperte – sopra a pendii innevati, e l’esperienza si adatta a tutti, anche ai bambini sopra a 8 anni.

Trekking: tra scarpe e attrezzi, i migliori da usare

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×