Torino, Champions League, Vlahovic nella storia: gol dopo 33” dall’inizio, ma il Villarreal riacciuffa la Juve in Spagna 1-1

Solo 1-1 in Spagna tra Juve e Villarreal: occasione sprecata o buon risultato per entrambe?

Torino, Champions League, Vlahovic nella storia: gol dopo 33” dall’inizio, ma il Villarreal riacciuffa la Juve in Spagna 1-1.

La Juve si accontenta di un risicato pareggio che, nonostante il talento di Vlahovic, non riesce ad affondare il sottomarino giallo nell’andata degli ottavi di Champions League.

Vlahovic sblocca il match dopo soli 33’’ dal fischio d’inizio: rete più veloce mai segnata da un giocatore al suo debutto da titolare in Champions e a 22 anni e 25 giorni è il secondo più giovane a segnare all’esordio in UCL con la Juventus dopo Del Piero (20 anni e 308 giorni). Il serbo si dimostra un vero e propio asso nella manica per la Juventus: controlla palla in area su scodellata di Danilo da centrocampo e sfodera una diagonale micidiale che non lascia scampo a Rulli.
Ma al 66’ Parejo si volatizza in area, dopo un gravissimo errore di Rabiot, segnando l’1-1.
La trasferta costa molto cara ad Allegri a causa di alcuni problemi per Weston McKennie che verrà lasciato ai box per almeno due mesi causa una frattura del secondo e terzo metatarso del piede sinistro. Indurimento al polpaccio, invece, per Alex Sandro a causa di un colpo: in dubbio la sua presenza con l’Empoli.

Il match si apre con un grandioso talento: primo tocco in Champions del numero 7 della Juventus lascia il segno, a 36’’ traina i bianco neri in vantaggio realizzando un vero e proprio esordio da sogno. Poco dopo la Juve subisce il tentativo di riscatto del Villarreal con Pedraza che entra in area e scarica su Lo Celso che colpisce un incrocio clamoroso. Un passo dal pari il sottomarino giallo che non demorde. Dribling ubriacante di Chukwueze che spiazza De Sciglio, filtrante per Danjuma che conclude di tacco: Szczeny para in qualche modo e salva la Juventus.

La ripresa si apre con un’occasione sprecata dallo spagnolo Alvaro Morata solo davanti al portiere su lancio di Weston McKennie. Il match si riaccende grazie ad un filtrante alto di Capoue, errore da matita blu di Rabiot lasciandosi scappare Dani Parejo che, dopo aver tagliato l’area, davanti alla porta non perdona e segna il pareggio.
All’84’ Vlahovic torna pericoloso, l’attaccante serbo si gira in un secondo e calcia ma questa volta Rulli risponde “presente” e para.
Finisce 1-1 il match.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...